immagine Porte scorrevoli: caratteristiche e varianti più diffuse
  • Lunedì 31 Dicembre 2018, 09:55

Porte scorrevoli: caratteristiche e varianti più diffuse

Le porte scorrevoli sono degli articoli che stanno vedendo crescere costantemente la loro importanza, essendo sempre più gettonate.
Queste porte presentano in effetti molti punti di forza interessanti, sia a livello tecnico che estetico, e sanno rivelarsi adatte ai contesti più disparati.
Scopriamo subito, dunque, quali sono le principali caratteristiche di queste porte e le principali varianti che è possibile individuare sul mercato.

Una distinzione fondamentale: porte esterno muro e porte a scomparsa
Una distinzione fondamentale per quel che riguarda le porte a scorrimento è quella tra porte esterno muro e porte a scomparsa: entrambe le varianti rientrano nella categoria delle "scorrevoli", ma si contraddistinguono per delle caratteristiche tecniche differenti.
La porta scorrevole esterno muro necessita di una struttura di supporto grazie alla quale la medesima possa scorrere lungo la parete, mentre le porte a scomparsa si contraddistinguono il cosiddetto controtelaio, ovvero un vano interno in cui la porta viene sostanzialmente avvolta nel momento in cui viene aperta, divenendo così del tutto invisibile.
Entrambe le tipologie di porta sono da considerarsi ottime sul piano dell'ottimizzazione degli spazi, non comportando alcun ingombro, tuttavia la porta a scomparsa mantiene completamente libera la parete adiacente.
Se si utilizza una porta scorrevole esterno muro, infatti, non sarà possibile applicare su tale parete dei quadri, delle decorazioni, dei mobili sospesi, delle lampade a muro e quant'altro prevede analoghe installazioni, non è così invece per quel che riguarda le porte a scomparsa.
Ovviamente, non è detto che questa caratteristica delle porte esterno muro debba essere considerata un limite: tantissime persone, infatti, reputano questa modalità di scorrimento della porta particolarmente intrigante sul piano estetico.
Molti designer, infatti, scelgono di impostare le loro creazioni proprio sulla base di tali porte, le quali possono tra l'altro essere una scelta ottima per ricreare dei contesti ispirati agli stili orientali.

Prodotti disponibili in tante diverse varianti
Quella tra porte scorrevoli esterno muro e porte a scomparsa è sicuramente la distinzione più importante per quel che riguarda le porte a scorrimento, ma non è certo l'unica che si può compiere.
È sufficiente visitare dei siti Internet specializzati, magari quelli di aziende che offrono questo tipo di prodotti, per rendersi subito conto del fatto che queste porte sono disponibili in tantissime varianti.

Porte scorrevoli telescopiche
Delle porte scorrevoli molto gettonate sono, ad esempio, quelle cosiddette porte telescopiche.
Le porte telescopiche si compongono di due pannelli da far scorrere in senso opposto: questi modelli offrono un colpo d'occhio molto vistoso ed accattivante e sono ideali per le grandi aperture.

Porte scorrevoli curve
Quando immaginiamo una parete siamo portati a pensare subito a un muro dritto, di conseguenza le porte scorrevoli sono spesso intese come porte dalla struttura lineare, in realtà questa non è affatto una regola ferrea: sul mercato, infatti, figurano anche delle porte scorrevoli curve.
Queste porte sono progettate appositamente per pareti con simili caratteristiche e si distinguono dalle altre porte scorrevoli esclusivamente per il loro assetto tondeggiante.
Anche le porte curve, proprio come tutte le altre, possono essere distinte in modelli esterno muro e a scomparsa.

Porte con interruttori e illuminazione integrata
Delle porte scorrevoli assai interessanti, molto amate da chi ha come obiettivo quello di ricreare degli Interior Design moderni, sono inoltre le porte con interruttori.
Queste porte integrano degli interruttori nella loro medesima struttura, di conseguenza nel momento in cui vengono aperte si accende automaticamente la luce al di là delle medesime: una comodità non da poco!

Porte insonorizzanti
Tra i tantissimi modelli disponibili non possono mancare le porte insonorizzanti: la necessità di garantire un buon comfort acustico ai vari ambienti che compongono un immobile è sempre più attuale, per questo motivo non desta stupore il fatto che le porte scorrevoli con caratteristiche simili siano sempre più richieste.

Porte a libro
Alle due grandi categorie di porte scorrevoli cui si è fatto riferimento in precedenza, dunque porte esterno muro e porte a scomparsa, si potrebbe aggiungerne un'altra, ovvero quella delle porte a libro.
Dal punto di vista tecnico ci si chiede spesso se le porte a libro siano o meno delle porte a scorrimento; sicuramente le modalità con cui le ante vengono fatte scorrere sono profondamente diverse rispetto a quelle di cui si è parlato fino ad ora, ma anche in questo caso sussiste uno scorrimento, per quanto tecnicamente differente.
Nelle porte a libro, infatti, l'anta si piega in due o più parti, proprio come si potrebbe fare con un foglio di carta, e questa soluzione dona un colpo d'occhio molto moderno.
Le porte a libro sono scelte sia nella variante a un'unica anta che in quella a due ante, la quale è molto adatta alle grandi aperture.
Per via delle sue caratteristiche strutturali la porta a libro è in genere piuttosto esile e leggera, di conseguenza è consigliata per le installazioni in cui non vi sono particolari esigenze a livello di insonorizzazione e di robustezza.

Porte scorrevoli e materiali: il legno è protagonista
Cosa si può dire per quel che riguarda i materiali?
Le porte a scorrimento possono essere scelte nei materiali più diversi, anzi si può affermare che queste particolari porte vengono realizzate con i medesimi materiali che contraddistinguono le porte tradizionali.
Il legno è sicuramente il principale protagonista per quel che riguarda questo tipo di articoli, e ovviamente può essere "declinato" in tantissime varianti, si pensi ad esempio al legno massello, a quello tamburato, a quello lamellare, a quello laccato, solo per fare alcuni esempi.

Porte scorrevoli in vetro
Tra i vari materiali con cui possono essere realizzate le porte scorrevoli merita sicuramente una menzione a parte il vetro: questo materiale, infatti, presenta caratteristiche decisamente "sui generis".
La peculiarità principale del vetro è sicuramente la sua trasparenza, di conseguenza le porte scorrevoli in vetro presentano proprio questo tipo di superfici.
Non tutte le tipologie di vetro, in realtà, sono del tutto trasparenti: alcune porte infatti riescono a far convivere le naturali caratteristiche del vetro con le esigenze di privacy, dunque il vetro è lavorato in modo che non sia possibile vedere al di là di una porta chiusa, sfoggiando magari delle trasparenze piuttosto lievi
Una porta in vetro può inoltre essere decorata con disegni, scritte e tanti altri elementi ancora, per quel che riguarda l'impiego di queste porte negli uffici, ad esempio, è un'idea piuttosto comune quella di impreziosirle con il loro dell'azienda.

Porte scorrevoli abbinate a vetrate e pareti modulari
Le porte in vetro trovano davvero vasti impieghi negli ambienti lavorativi, il loro stile infatti si confà in modo ideale a quello di un ufficio moderno, e in moltissime occasioni tali porte vengono integrate con delle vetrate.
Le vetrate sono un'alternativa ottima alla classica parete, per molte diverse ragioni: il loro aspetto risulta più intrigante, ma soprattutto la realizzazione di tali strutture si rivela molto più semplice rispetto alla creazione di una parete in mattoni.
Le vetrate offrono prerogative ottime sul piano della versatilità, di conseguenza laddove un domani si avesse l'esigenza di modificare l'assetto degli ambienti, tale operazione potrebbe essere compiuta senza grossi sforzi.
Il discorso è analogo anche per quel che riguarda le cosiddette pareti modulari: anche questi elementi sono molto adoperati negli uffici e nei contesti aziendali, e la loro modularità consente appunto di installarle all'insegna della massima versatilità sulla base delle esigenze del momento.
Bastano delle operazioni davvero molto semplici per modificare le forme e le dimensioni degli ambienti.
Le porte scorrevoli sono assolutamente perfette per essere abbinate a queste innovative pareti divisorie, soprattutto per quel che riguarda la variante esterno muro.
È molto interessante sottolineare, peraltro, che sebbene vetrate e pareti divisorie nascano come realizzazioni dedicati ai contesti aziendali, accade sempre più spesso che tali strutture vengano scelte per Interior Design domestici, è sempre più frequente dunque che porte scorrevoli e pareti modulari costituiscano un binomio armonioso funzionale anche in casa.

Porte scorrevoli: gli utilizzi più diffusi
Le porte scorrevoli possono essere impiegate per delimitare gli ambienti più diversi.
Sicuramente i modelli scorrevoli abbracciano in modo quasi esclusivo il mondo delle porte interne, tuttavia è sempre più frequente trovare degli infissi con caratteristiche simili, dunque ad esempio delle portefinestre.
Sono pressoché introvabili le porte blindate scorrevoli sebbene negli ultimi tempi si sia parlato di novità di questo tipo, mentre non bisogna affatto stupirsi nell'individuare porte scorrevoli dedicate a spazi particolari, come può essere ad esempio una cabina armadio.
Queste soluzioni si stanno rivelando sempre più gettonate e possono essere un'alternativa ottima all'armadio tradizionale, sia a livello di design che di funzionalità ed ottimizzazione degli spazi, e la porta a scorrimento è senz'altro una delle migliori soluzioni in assoluto per poter accedere in questi vani.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it