immagine Così chi ha un mutuo può farsi restituire parte di quanto versato
  • di Daniele Cuppone​
  • Domenica 21 Aprile 2019, 11:50

Così chi ha un mutuo può farsi restituire parte di quanto versato

Per acquistare le mura domestiche molte volte si ricorre all’aiuto di un mutuo bancario e, con il Modello 730, qualcosa torna indietro: nel 730/2019, ad esempio, sarà possibile diminuire il salasso fiscale, riportando nella riga E7 fino a 4.000 euro di interessi sui mutui stipulati per acquistare l’abitazione principale.
Su questi, chi presta l’assistenza fiscale oppure il “software” del precompilato, calcolerà la detrazione del 19% per un eventuale rimborso massimo di 760 euro, che avverrà direttamente in busta paga o sul rateo della pensione.

Per avere diritto alla detrazione occorre essere acquirenti dell’immobile e contraenti del contratto di mutuo ipotecario.
Si possono indicare, oltre agli interessi passivi, gli oneri accessori e le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione pagati nel 2018 per i mutui ipotecari, a prescindere dalla scadenza della rata.

Se l’importo del mutuo richiesto, come talvolta accade, supera il costo di acquisizione dell’immobile (comprese le spese notarili, le imposte e gli altri oneri accessori relativi all’acquisto) gli interessi da detrarre vanno calcolati solo con laseguente formula: costo di acquisizione dell’immobile X interessi pagati nel 2018 /capitale dato in mutuo. Se si sbaglia, l’amministrazione potrebbe richiedere indietro quanto detratto in più.

Divorzio e detrazione.
In caso di separazione legale con abbandono (si fa per dire) della casa da parte del proprietario dell’immobile, anche il coniuge separato rientra ancora tra i familiari fino a quando non interviene l’annotazione della sentenza di divorzio e, quindi, si può continuare a sfruttare la detrazione degli interessi.
In caso di divorzio, invece, il coniuge che ha lasciato l’appartamento e trasferito altrove la propria dimora abituale puòdetrarre gli interessi passivi solo se nell’appartamento continuano a vivere i figli o altri familiari (l’ex coniuge non è più un familiare).



 

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it