immagine I consigli giusti per tinteggiare casa
  • Venerdì 21 Settembre 2018, 17:38

I consigli giusti per tinteggiare casa

Tinteggiare casa è una modalità piuttosto economica per svecchiare un ambiente e regalare immediatamente una nuova freschezza e un vestito più attuale. Se hai deciso di tinteggiare autonomamente devi seguire alcune regole base, per un lavoro fatto ad hoc.
Esistono differenti tipologie di stili, puoi optare per una tinteggiatura tradizionale o per differenti effetti come lo spatolato o la spugnatura. Ogni tecnica regala un risultato diverso che si sposa con una particolare stanza, per la zona giorno o per quella notte, per un ambiente intimo come può essere il bagno oppure uno più conviviale come il living o la cucina.

Ogni novità regala subito delle sensazioni propositive, pensa ad esempio a quando cambi il tuo guardaroba o vai a fare shopping: la stessa cosa vale per la tua abitazione o per il luogo in cui lavori.
Un look nuovo porta immediatamente una ventata di freschezza e una buona dose di buon umore.
Ovviamente, il restyling di un appartamento impiega costi e tempi differenti che cambiare il tuo armadio andando a fare spese per negozi, ma tinteggiare casa, una parete sola o l'intera metratura, oppure il soffitto, è una strategia vincente per dare nuovo smalto a qualsiasi ambiente che vivi.

Per questo motivo, la tinteggiatura è una scelta condivisa tra gli interior designer e tra gli arredatori, ma anche tra gli agenti immobiliari che desiderano vendere un immobile in poco tempo e renderlo appetibile al cliente. Se sei appassionato di design e arredamento, saprai che con una sola pennellata di colore puoi trasformare una camera anonima e un poco triste o dimessa. Questo lo confermano anche i programmi televisivi che trattano il bricolage, il fai da te e l'arredamento, in cui i professionisti del settore riescono a compiere dei veri e propri giochi di prestigio, cambiando il vestito della casa con degli accorgimenti ad effetto speciale.

Tinteggiare casa autonomamente con dei trucchi del mestiere
Se anche tu hai deciso di cambiare faccia al tuo appartamento e provare in prima persona a tinteggiare, di seguito troverai una guida efficace per realizzare un lavoro ad arte.
In questo modo potrai dare una veste moderna ad un ambiente vecchio o un poco trascurato, con un metodo di sicuro meno dispendioso che cambiare l'intero arredamento. Scegliendo i colori e i materiali più adatti e attuando i migliori abbinamenti con i mobili esistenti e i componenti di arredo, otterrai un ambiente armonioso e bello da vivere e da fruire, giorno dopo giorno.
Tinteggiare casa in modalità fai da te è piuttosto economico e ti renderà maggiormente partecipe del rinnovo della tua abitazione.
Se hai una buona manualità e una vena creativa, ti divertirai e potrai condividere questo momento con i tuoi cari, con gli amici, con la tua famiglia o con le persone con cui condividi il tuo appartamento.

Primi passi per tinteggiare casa ad arte
Come prima cosa, devi riparare tutti gli elementi della casa, coprendo con del nastro adesivo di carta.
Bisogna avere particolare attenzione verso i pavimenti, di qualsiasi materiale essi siano fatti, le prese elettriche della casa, tutti gli stipiti e i battiscopa. Ovviamente, i mobili e ogni componente di arredo devono essere spostati dalla parete su cui si intende intervenire.
Per facilitare l'operazione e per ottimizzare i tempi, si possono mettere in mezzo alla stanza, per poi essere ulteriormente coperti.
Per coprire i mobili in maniera più efficace, puoi usare un telo di plastica, mentre per i pavimenti puoi utilizzare dei fogli di carta di giornale, in modo da evitare di scivolare.
Riguardo agli interruttori e alle prese elettriche della tua casa, rimuovi le placchette di protezione e rivesti con dello scotch di carta, stessa cosa vale per i battiscopa, per gli infissi e gli stipiti delle porte e delle finestre.
Una volta che hai riparato tutti questi elementi, è necessario preparare al meglio le pareti che devono essere lavate, soprattutto se si tratta di superfici molto vecchie che hanno preso la polvere durante il corso degli anni. Devi coprire con lo stucco eventuali buchi e fratture del muro, in modo da ottenere una superficie omogenea da trattare e facilitare l'operazione di tinteggiatura.
Se, invece, le pareti sono relativamente ben tenute, è sufficiente spazzolarle.
Ora sei pronto per tinteggiare casa in modo facile e divertente.

Varie tipologie di pittura per tinteggiare casa
Il modo più facile ed economico per rifinire una parete interna di una casa è la tinteggiatura, attraverso delle pitture che vengono generalmente diluite con acqua. La percentuale si aggira sul 30% se hai deciso di usare il rullo, oppure sui 40/50% se invece si tratta di tinteggiatura con il classico pennello.
A differenza delle tradizionali tempere che possono polverizzarsi nel tempo, le idropitture sono molto più innovative sia per prestazioni migliori che per una versatilità maggiore. Ad esempio, possono essere utilizzate negli ambienti umidi, sia per superfici interne che esterne ed outdoor, a contatto con gli agenti esterni come pioggia, vento, intemperie.
Le idropitture possono essere impiegate su differenti materiali, sul gesso come sul mattone e su intonaci di varia natura. Infine le superfici tinteggiate con le idropitture possono essere lavate facilmente, mantenendo lo stesso colore e la stessa brillantezza.
Le pitture ad acqua possono essere viniliche ed opache: le prime sono ottime per pareti e soffitti, mentre le seconde coprono bene le imperfezioni ma sono da preferire per le superfici non esposte allo sporco, in quanto possono essere segnate dopo frequenti lavaggi.
Per degli effetti particolari, puoi scegliere la tipologia di pittura ad acqua satinata.
Dopo aver scelto il tipo di tinteggiatura che fa per te, a seconda delle tue esigenze e della superficie che devi dipingere, ti puoi sbizzarrire nello stile che più ti piace.

Varie tecniche di tinteggiatura della casa
Un attrezzo indispensabile per tinteggiare casa è il rullo.
In commercio ne esistono di differenti tipi e creano degli effetti decorativi diversi a seconda della struttura stessa e della sua composizione.
Ad esempio, ci sono i rulli a nido d'ape, scamosciati, increspati, con frange di differente tipo e lunghezza.
Puoi utilizzare l'effetto chiamato cenciatura, utilizzando dei cenci, degli stracci imbevuti di colore, facendo un particolare movimento rotatorio del polso. Questo è un modo creativo per tinteggiare casa e sei tu che determini l'effetto finale, a seconda del gesto della tua mano e della tua abilità.
Un altro modo artistico di tinteggiare casa è quello spugnato che si ottiene per l'appunto con dei tocchi di spugna imbevuta nel colore: generalmente, la tecnica consiste in due passaggi: aggiungere tempera o togliere la levatura superiore, mettendo in luce l'originario colore di base.
Con la patinatura si passa il pennello che rimuove l'impregnante sulla superficie e lascia il segno della setola, quello caratteristico e molto originale.
Esiste poi l'effetto spatolato, in cui si passa l'apposita spatola e si creano degli effetti decorativi come onde e rotondità.
Infine, con la velatura si passa un velo sul colore di base della parete, attraverso diversi strumenti che possono essere dei pennelli, dei panni, delle pennellesse.

Consigli utili sui prodotti da usare per ogni tipologia di stanza
Il colore da scegliere dipende dal tipo di camera che si decide tinteggiare e dalla zona della casa.
Generalmente, per gli ambienti più conviviali ti puoi sbizzarrire con delle tinture più vivaci e calde, ad esempio in cucina, in combinazione alle piastrelle, puoi osare con il rosso, con il vinaccia, ma anche con il cioccolato o il caramello.
In questo specifico ambiente hai la possibilità di giocare con le tinte più calde, come l'arancio, il pesca e il corallo, in modo da ottenere un luogo conviviale ed accogliente. La cucina è il luogo dove non solo si preparano i cibi ma anche dove si sta in famiglia e si ricevono gli ospiti durante pranzi e cene.
Per il living e la zona giorno, è preferibile optare per delle tinte neutre e naturali come il bianco che apre lo sguardo e regala un effetto ottico più ampio e spazioso. Per questo motivo, le tinte chiare sono l'ideale se vuoi ottimizzare un ambiente dalla metratura ridotta.
Oltre al bianco, puoi scegliere un color tortora, miele, ambra.
Un trucco interessante, se vuoi dare carattere alla stanza, è quello di tinteggiare una porzione di parete con un colore strong come il viola, il vinaccia, addirittura il nero, per un effetto dark e misterioso.
La cromoterapia consiglia per la camera da letto una tinta pastello come il cipria o il verde acqua, mentre per il bagno puoi sbizzarrirti con dei colori più accesi e bizzarri come può essere il bluette, il verde menta, il ciliegia o il ciclamino.

Lo stile industrial molto in voga anche nelle tendenze della tinteggiatura
Forse, sfogliando le riviste in fatto di arredamento ed interior design, avrai visto delle foto in cui le pareti e il pavimento sono rivestiti entrambi da una colata continua di colore. Questa è una tendenza molto diffusa e gettonata all'interno del mood industrial, soprattutto riguardo ambienti della casa come il bagno e la cucina.
Si prediligono colori chiari nelle soluzioni abitative a pianta aperta, dove convivono cucina ad isola e living, ma si possono trovare anche progetti dove regnano colori forti, come l'antracite e il verde petrolio.
Queste tecniche particolari fanno parte di uno stile specifico che è per l'appunto quello industriale, un ramo molto interessante del Minimalismo, in cui i materiali utilizzati sono l'acciaio, le resine, i derivati del cemento, elementi vinilici e plastificati che conferiscono un effetto glossy ultra brillante.

 

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it