immagine Condizionatori portatili: quando il climatizzatore diventa un oggetto di design
  • Lunedì 28 Maggio 2018, 08:00

Condizionatori portatili: quando il climatizzatore diventa un oggetto di design

Quando si pensa all'arredamento della casa, si tende a lasciare per ultimi dettagli ed accessori. Tuttavia, ci sono anche accessori che tali non sono: ci si rende conto ben presto che, anzi, ricoprono un ruolo fondamentale nel benessere degli abitanti della casa (o dei dipendenti di un ufficio). Senz'altro il condizionatore è uno di questi elementi perché, diciamolo, sopravvivere senza di esso nelle bollenti estati italiane è diventato praticamente impossibile.
Non tutti, però, sono parimenti belli da vedere, oltre che efficaci. Capita di entrare in appartamenti bellissimi, arredati in stile, con coerenza ed attenzione e poi... trovarsi davanti un pezzo di plastica su ruote o appeso al muro che snatura completamente lo stile. Vediamo insieme come operare una scelta oculata, attenta ad ognuna delle esigenze.

Portatile o fisso? Le scelte di design premiano il primo
Perché scegliere un condizionatore portatile al posto di uno fisso? Senz'altro, occorre dirlo, non tutti gli spazi sono idonei ad ospitare un condizionatore fisso. Questo necessita, prima di tutto, di un'unità esterna, che per essere installata, richiede agli ambienti requisiti ben precisi. Dunque non tutti possono installarlo - e non ovunque. Un condizionatore portatile, invece, non richiede una vera a propria installazione, se non, talvolta, un collegamento con l'esterno tramite apposito foro nel vetro. Certamente il portatile impone maggiormente la propria presenza nell'ambiente, finendo per essere molto visibile. Dunque, diventa un dettaglio non trascurabile, ma da valutare nel complesso dello stile della casa o dell'ufficio. Vediamo insieme alcuni spunti di design, in modo da proporvi idee per ogni stile e contesto.

Portatili di design, per ogni stile
Che sia minimal, elegante, retrò o shabby, la vostra casa non merita elementi stonati, che facciano apparire improvvisato l'arredameto. Se la casa è già in stile moderno o minimal, partiamo in vantaggio: infatti il condizionatore portatile ben si adatta a un contesto sobrio ed attuale, senza dare troppo nell'occhio. La scelta resta, comunque, sul colore: bianco, nero, grigio metallizzato? Occorre guardarsi intorno e stabilire il colpo d'occhio che si desidera ottenere.

Se l'arredamento è tutto bianco, appare scontato proseguire su questa linea. Invece... avete mai valutato l'attualissimo black an white? Il contrasto sta prendendo sempre più piede anche nelle case dei vips. Basi bianche date da mobili e pareti si giocano la carta dell'eterno contrasto fra il black and white, lo yin e lo yang, il bene e il male, nei dettagli in contrapposizione. Certo, non può fare tutto da solo il vostro condizionatore portatile, altrimenti potrebbe sembrare appoggiato lì per caso. Però, se si accompagna al divano, o almeno a un tavolino, ai tessili d'arredo, dai tendaggi ai plaid e copridivani, a qualche vaso, cornice o accessorio, ecco che un bel condizionatore portatile all black aggiunge quel tocco di stile al vostro ambiente bicolore. Persino i bagni, oggi, sono sempre più arredati in questo stile in bianconero, perché regala un effetto ottico che fa subito studio di design, anche quando lo sforzo arredativo, in realtà, è molto basico. Dunque, in ogni stanza della casa può stare bene un bel condizionatore portatile in nero.

Il vantaggio dei portatili, però, è proprio questo: non occorre che siano tutti uguali. Un elemento esterno, di solito, serve più split, per cui la scelta, in questo caso, è limitata. Sui condizionatori portatili, invece, avete più spazio di manovra: scelte non omogenee non daranno l'idea dell'improvvisazione, se ognuna sarà ben accordata allo stile dominante della stanza ospitante. Se il bagno e la sala ben si prestano a uno stile moderno e minimal, spesso la medesima scelta non viene fatta per la cucina o la camera da letto, che sono, notoriamente, gli ambienti più vissuti e personali della casa.

Le cucine moderne hanno spesso forno, piano cottura e frigorifero in stile americano, metallizzati: ecco perché, in questo caso, si può pensare a un condizionatore portatile grigio metallizzato. Questa scelta si adatta bene anche ai recuperi industriali e a scelte in stile factory, che oggi vediamo sempre più di sovente anche negli appartamenti. Insieme al nero è, quasi sempre, la scelta migliore per l'ufficio, che, invece, più difficilmente è arredato in stile asettico, bianco e minimale. Potrebbe sembrare una scelta più neutra rispetto ai non-colori sopra citati, ma occorre, in questo caso, porre attenzione allo stile. Dalle dimensioni alle forme, non è solo il colore a fare la differenza. Un portatile metallizzato richiama alla mente una tecnologia all'avanguardia, scelte moderne e raffinate, con la possibilità di prevedere led più colorati e pulsantiere tecnologiche, con telecomandi e comandi domotici. Anche forme più azzardate, ovvero più squadrate, meno morbide, si sposano bene con tale scelta cromatica.
Ne esistono tipi con mascherine o bande led luminose, centrali o laterali, anche di colori cangianti: senza rischiare l'effetto discoteca, producono giochi di luci e colori che arredano più di altri elementi, evidenziando uno stile tecnologico e ricercato.

Se gli ambienti sono piccoli, è possibile trovare condizionatori di dimensioni estremamente ridotte, compatti ma potenti: efficienti quanto quelli più grandi, presentano, di solito, forme arrotondate e morbide, scanalature e dettagli decorativi, proprio perché sono pensati per amalgamarsi al meglio in spazi ristretti. Alcuni sono così belli che vi verrà spontaneo chiedervi se li avete scelti perché dessero poco nell'occhio o... perché si notassero!
Questo incentiva a scegliere macchine inverter che, peraltro, godono di sgravi fiscali, portando benefici anche all'ambiente. Potrete così settarli sull'emissione di calore in inverno, per non dovervi chiedere se è opportuno riporli in cantina durante la stagione fredda!

Una delle ultime tendenze è quella dei condizionatori a colonna. La forma innovativa permette loro di essere molto efficienti in spazi davvero ridotti e sono decisamente componenti d'arredo a tutti gli effetti. Un vantaggio ulteriore è dato dalla comodità negli spostamenti, perché si tratta di elettrodomestici leggeri e maneggevoli, che, peraltro, convogliano l'aria in maniera efficiente e mirata, in modo da garantire un rapido raffreddamento. Questi oggetti hanno, ormai, un'anima più green, più attenta ai consumi. Infatti, sia rispetto ai modelli fissi, sia rispetto a quelli portatili più ingombranti, garantiscono una maggiore facilità di regolazione, dato che si possono puntare meglio e usare al bisogno, riducendo gli sprechi energetici.

Ancora, sono solitamente più silenziosi degli altri, caratteristica che li rende adatti all'utilizzo anche nelle ore del riposo, per conciliare bene il sonno, alla giusta temperatura. Non è un caso che i più piccoli e compatti siano, spesso, anche i più efficienti: proprio su questi modelli si concentrano i maggiori sforzi delle case produttrici in termini di innovazione, dal momento che gli appartamenti sono sempre più spesso di dimensioni modeste e i lavori di oggi richiedono, a volte, frequenti spostamenti in varie città. Dunque queste soluzioni sono adatte anche a chi vive in affitto, ai cosiddetti fuorisede, ai pendolari, ai single: superano, infatti, l'idea che l'impianto di condizionamento sia appuntivo tale e, quindi, un acquisto per la casa e la famiglia. Queste nuove tendenze rendono anche il condizionatore un bene personale, cioè una scelta da fare per sé. Sarà più semplice, scegliendone uno di design, che si adatti al meglio a qualsiasi ambiente in cui venga spostato.

Persino arredamenti più classici o, all'opposto, molto originali, possono trovare il condizionatore che si adatta bene allo stile: crescono, infatti, gli investimenti delle case produttrici sulla cura del design, oltre che sull'innovazione tecnologica. Vengono ingaggiati i più famosi artisti, progettisti e designer perché studino le soluzioni più appetibili del settore. Gli elettrodomestici che, fino a qualche anno fa, venivano valutati solo sulla base dell'utilità, magari anche dell'efficienza energetica, oggi devono e possono essere anche belli.
Questi ultimi investimenti dei produttori per rendere sempre più convincenti i climatizzatori portatili hanno fatto in modo che essi pensassero anche a soluzioni che non implicano nemmeno la necessità di effettuare fori nelle finestre o di utilizzare tubi ingombranti. Infatti, questi non sono più gli unici sistemi individuati per prelevare aria da rimettere in circolo. Ad alcuni bastano tubi di piccolo diametro da appoggiare direttamente su una finestra socchiusa. Altri prevedono sistemi di raffreddamento ad acqua. Inoltre, mentre fino a poco tempo fa nessuno aveva un comando separato per la deumidificazione o la pompa di calore, a differenza dei fissi, adesso sono disponibili anche simili opzioni.

Il risparmio economico, dunque, non è solo sull'installazione dell'impianto. Se vivete poco la casa, se siete spesso fuori o da soli, con un singolo acquisto potrete, di fatto, refrigerare un intero appartamento, una stanza alla volta. Ormai i modelli più nuovi sono in grado di arrivare alla giusta temperatura in pochissimo tempo! La scelta di un elemento di design rende più probabile che ben si adatti all'arredamenro di ogni singola stanza. Anche i portatili possono avere lo split, ma la scelta di design lo rende più omogeneo al contesto in cui viene inserito.
Come ricordato sopra, questa soluzione è adatta anche agli uffici: laddove non si possa procedere con un impianto, o se si cambia spesso location, un piccolo, compatto, silenzioso ed efficiente climatizzatore portatile di design si accorderà perfettamente con il vostro ambiente lavorativo: facilmente i clienti vi chiederanno dove lo avete comprato e voi darete l'idea di essere davvero attenti ad ogni singolo dettaglio.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it