immagine Bonus mobili ed elettrodomestici: come scaricare le spese
  • di Dario Ferrara
  • Mercoledì 2 Maggio 2018, 16:53

Bonus mobili ed elettrodomestici: come scaricare le spese

Chi ristruttura casa anche quest’anno può scaricare dalle tasse le spese per i mobili e gli elettrodomestici comprati per arredarla. L’agevolazione è prorogata dalla legge di bilancio sugli acquisti che si effettuano nel corso del 2018, ma può essere chiesta solo per interventi edilizi cominciati dopo il primo gennaio 2017.

Scatta la detrazione Irpef al 50%su pezzi di arredamento e grandi elettrodomestici almeno di classe A+ (A per i forni) destinati all’immobile in cui si svolgono lavori di ristrutturazione, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo.

La manutenzione ordinaria dà diritto al bonus soltanto se è svolta sulle parti comuni condominiali: niente incentivi, dunque, quando nelle singole abitazioni sono tinteggiate le pareti o i soffitti, sostituiti i pavimenti, gli infissi esterni oi sanitari, rifatti gli intonaci interni.

L’incentivo è invece garantito in caso di realizzazione degli infissi esterni e dei servizi igienici, sostituzione dei tramezzi interni e apertura di nuove porte e finestre. Ma anche di costruzione di recinzioni, muri di cinta e cancellate. E di trasformazione della soffitta in mansarda o del balcone inveranda.

Il bonus va calcolato su di un importo massimo di 10 mila euro che riguarda solo l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, comprese le spese di trasporto e montaggio: non conta dunque il valore della ristrutturazione edilizia realizzata. Necessari pagamenti tracciabili come bonifico bancarioopostale, cartadi credito o bancomat: conta la data della transazione e nondell’addebito. Il beneficio fiscale è spalmatoin diecianniconquote di pari importo. E risulta legato al singolo immobile: chi esegue interventi su più abitazioniottiene piùvolte l’incentivo.

Quali mobili si possono comprare col bonus?
Dai letti agli armadi, dai tavoli ai divani, dalle scrivanie alle credenze. E ancora: librerie,poltrone, sedie, cassettiere, materassi, comodini e apparecchi d’illuminazione.

Fra gli elettrodomestici agevolabili rientrano frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti,apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori, ventilatori e condizionatori.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it