immagine I battiscopa, scelta funzionale e di design: ecco come orientarsi
  • Venerdì 19 Ottobre 2018, 08:30

I battiscopa, scelta funzionale e di design: ecco come orientarsi

I battiscopa sono diventati degli elementi che non possono essere trascurati nella decisione delle finiture degli interni. Questi, infatti, oltre a svolgere l’importantissima funzione di protezione della parte inferiore delle pareti di una casa, devono anche essere in linea con lo stile dell’abitazione e con il resto degli arredi.

Le funzioni del battiscopa
Il battiscopa o zoccolo, è caratterizzato da importanti funzioni che ne rendono l’applicazione indispensabile. In primo luogo serve, come specificato prima, a proteggere la parte più bassa di una parete. Quest’ultima, infatti, tende a essere molto soggetta a colpi accidentali che possono essere causati dalle attività svolte quotidianamente come, per esempio, le pulizie domestiche. Alcuni spostamenti che vengono fatti all'interno della casa, inoltre, possono danneggiare la parte inferiore del muro facendolo sembrare vecchio e poco curato.
Il battiscopa svolge inoltre l’indispensabile funzione di protezione dalla polvere che tende a depositarsi negli spigoli e negli angoli dando vita ad accumuli che possono rovinare non solo l’estetica della casa ma anche la struttura.
Tra le altre funzioni del battiscopa si ha quella di delineare il perimetro della casa coprendo eventuali imperfezioni che si possono creare nei diversi raccordi tra il muro e il pavimento brutti non solo dal punto di vista estetico ma anche da quello funzionale. I giunti, infatti, possono essere la base di deposito di polvere e molto altro.
Un’ulteriore importante funzione dello zoccolo riguarda un fattore di tipo tecnologico. Alcuni materiali come il legno e la pietra, essendo elementi naturali, tendono ad assestarsi e a muoversi in maniera continua e, proprio per questo motivo, la posa deve avvenire lasciando dello spazio tra il muro e le lastre. Lo spazio servirà per agevolare gli spostamenti del materiale senza che questo si rovini. Per evitare che tra il rivestimento del pavimento e la parete rimanga uno spazio vuoto, occorre inserire lo zoccolo.
Infine lo zoccolo ha funzione di abbellimento dell’abitazione, completa infatti il quadro corredandolo con la bordatura perimetrale che può essere di diverse misurazioni e forme.

Le dimensioni e misure dei battiscopa
Lo zoccolo ha delle dimensioni abbastanza standardizzate che si rendono perfette per ogni tipo di abitazione ma esistono anche delle misure particolari che possono essere la scelta giusta se si cerca di dare un aspetto particolare alla propria abitazione.
Per quanto riguarda l’altezza, lo spessore e la lunghezza, in genere le misurazioni sono rispettivamente di sei/otto centimetri, da uno a due centimetri e due metri e quaranta/tre metri. L’altezza può essere scelta anche in misure diverse a seconda del gusto personale e delle necessità. Il mercato, infatti, offre battiscopa alti solo quattro centimetri, perfetti per gli ambienti moderni, fino ad arrivare a quelli alti fino a quindici centimetri, più adatti in case dallo stile classico e tradizionale. Occorre ricordare che maggiore sarà l’altezza del battiscopa e minore sembrerà l’altezza della parete. Lo spessore dello zoccolo deve essere scelto in base alla necessità di coprire eventuali fessure del pavimento mentre la lunghezza dei listelli può arrivare anche fino a tre metri se si desidera creare un ambiente senza interruzioni, in linea generale, comunque, gli zoccoli non misurano meno di due metri e quaranta.
Le forme del battiscopa
A seconda del materiale il battiscopa può assumere forme diverse. La forma maggiormente utilizzata e applicata nelle abitazioni è quella a spigolo arrotondato detto a becco di civetta. Oltre a essere preferito rispetto ad altri per un fattore estetico, questa forma consente alla polvere di scivolare giù senza depositarsi sulla parte superiore dello zoccolo.
Chi predilige le forme moderne e contemporanee, invece, dovrebbe optare per una forma dello zoccolo a spigolo vivo. La squadratura della parte superiore del battiscopa, caratterizzata dal un profilo dritto, si addice perfettamente a un ambiente innovativo ma ha l'aspetto negativo di trattenere la polvere sopra di esso.
Tra le altre forme che può assumere un battiscopa c’è quella con piedino la cui forma arcuata è data dalle diverse profondità dei listelli che si presentano maggiori nella parte inferiore e minori in quella superiore e si addicono nelle case tradizionali.

I materiali del battiscopa e i vari abbinamenti
In commercio esistono una varietà infinita di battiscopa fabbricati con materiali diversi: legno, ceramica, marmo e pietre, pvc e alluminio.
Per la fabbricazione degli zoccoli in legno possono essere utilizzati il massello, una base multistrato con finitura in laminato, in mdf o impiallacciati. Un tipo di legno molto apprezzato per la realizzazione del battiscopa è il ramino, essenzialmente per due motivi. In primo luogo è un materiale molto resistente capace di sopportare bene urti e aggressioni e, in secondo luogo, permette una verniciatura precisa e poco impegnativa. A seconda del tipo di legno che si andrà a scegliere il costo sarà più o meno alto.
Gli zoccoli in ceramica, in pietra e in marmo sono un’altra soluzione e, di solito, vengono abbinati a pavimenti dello stesso materiale. Possono assumere forme particolari e essere perfino decorati per rendere l'ambiente altamente personalizzato.
Il pvc è un materiale innovativo che di solito viene scelto per le caratteristiche funzionali e pratiche delle quali è dotato. Essendo un materiale facilmente modellabile, infatti, il pvc si presta bene a svolgere la tipica funzione di protezione del battiscopa e nascondere eventuali cavi o fili elettrici che possono passare sotto di esso. Per queste ragioni, gli zoccoli in pvc, vengono preferiti in luoghi come uffici e studi professionali ma sono anche un'ottima soluzione per le abitazioni di privati.
L’alluminio è un altro materiale che viene utilizzato per la produzione dei battiscopa. La lucentezza tipica del metallo anodizzato lo rende adattabile a ogni tipo di stile di abitazione legata anche alla facilità di manutenzione e per la resistenza.
In passato si preferiva optare per degli zoccoli forgiati della stessa materia prima del pavimento. Oggi, invece, è possibile creare dei connubi particolari e moderni abbinando un pavimento in legno con uno zoccolo in alluminio e creare contrasti che possano mettere in evidenza lo zoccolo.
Gli abbinamenti maggiormente preferiti sono quelli tra parquet di un colore e zoccolo di un'altra gradazione, legno con cotto o con marmo. In linea generale, comunque, è bene che il battiscopa, se diverso dalla pavimentazione, sia in linea con altre finiture della casa come per esempio le porte o i profili delle finestre come verrà spiegato in seguito.

La posa del battiscopa
A seconda del tipo di materiale con il quale è stato fabbricato il battiscopa esistono diversi metodi di applicazione. In linea generale si può affermare che questo viene fissato a muro con chiodi e tasselli oppure utilizzando delle colle speciali.
Il fissaggio a muro del battiscopa prevede l’utilizzo di un’apposita chiodatrice, un martello e un cacciavite. Se si è scelto uno zoccolo di mattoni e pietra devono essere utilizzati dei tasselli di diverse dimensioni a seconda del bisogno. Molto utili e di facile applicazione sono i tasselli in nylon che vengono puntati nel muro grazie all’utilizzo del martello.
Se la posa del battiscopa avviene invece tramite un collante occorre sceglierne uno che abbia le caratteristiche di ventosa. In questo modo sarà aumentata la capacità riempitiva della colla. Per garantire una maggiore sicurezza di fissaggio è bene distribuire la colla applicandola in tanti piccoli punti della superficie e spalmare il prodotto con una spatola.
La posa dello zoccolo deve comunque avvenire dopo che il rivestimento a terra è stato applicato, dopo che i serramenti interni sono stati installati e a seguito della tinteggiatura.

I battiscopa innovativi
L’importanza di un arredo minimal e pulito si è sviluppato in diversi modi e, anche i battiscopa, sono oggi oggetto di innovazioni tecnologiche molto all’avanguardia.
In commercio, infatti, esistono degli zoccoli che fungono anche da vettori per il riscaldamento grazie a dei radianti che vengono inseriti negli stessi e vanno a sostituire in tutto e per tutto i termosifoni tradizionali.
I battiscopa radianti possono portare il calore all’interno di un’ambiente facendolo diffondere per tutto il perimetro dal basso verso l’alto. In questo modo si assolverà alla duplice funzione di tenere l’ambiente caldo e, nello stesso tempo, inserire gli zoccoli in tutto il perimetro della casa.
Alcuni battiscopa in legno riescono anche a ovattare il rumore dei passi grazie a un particolare riempimento posto tra la parete e lo zoccolo.

Come scegliere il battiscopa giusto per la propria abitazione
La scelta dello zoccolo giusto per la propria abitazione è molto importante poiché questo è sempre visibile e potrebbe risultare il punto di forza che enfatizza lo stile di una casa.
Come scritto precedentemente, esistono diversi tipi di abbinamenti che possono aumentare la modernità di una casa. Abbinare degli zoccoli in legno o in metallo scegliendo una forma squadrata, per esempio, è la soluzione giusta se si ha l’intenzione di rendere l’insieme moderno. Questi materiali si sposano perfettamente con pavimenti in parquet o in ceramica. Anche le dimensioni dello zoccolo possono enfatizzare lo stile di un’abitazione, quelli sottili e bassi sono glamour e innovativi e renderanno l’insieme estroso e particolare. Quelli in alluminio e pvc possono inoltre essere sagomati per permettere il passaggio di cavi elettrici e per inserire all’interno degli stessi delle luci che possono avere la funzione di segna passo.
Dal punto di vista estetico, tuttavia, non va dimenticato il fatto che, pur cercando di creare un ambiente estroso e moderno, occorre fare attenzione agli accostamenti cromatici e ai vari abbinamenti. Lo zoccolo, infatti, non deve avere una gradazione di colore o essere fatto con un materiale completamente avulso dal resto. È molto importante che il battiscopa richiami uno degli elementi presenti in casa: il rivestimento del pavimento o le finiture delle finestre ma anche le porte.
Se invece l’intenzione è quella di rendere l’abitazione classica e tradizionale occorre scegliere dei battiscopa sagomati e alti, realizzati in materiali naturali come la pietra, il marmo o il legno. La ricercatezza e la preziosità della materia prima porteranno calore all’interno dell’abitazione e la faranno sembrare accogliente e ricercata.
Oltre ai materiali, influiscono sullo stile della casa anche le forme dei diversi zoccoli. Quelli classici realizzati a becco di civetta sono perfetti per case tradizionali mentre quelli squadrati per abitazioni dal taglio moderno.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it