immagine Furti in casa: evitarli con sensori e sistemi di videosorveglianza
  • Mercoledì 1 Agosto 2018, 08:10

Furti in casa: evitarli con sensori e sistemi di videosorveglianza

I furti in casa rappresentano per chiunque una situazione molto spiacevole, un vero e proprio incubo, di conseguenza vale assolutamente la pena di scongiurarli nel modo più efficace possibile.
Nel nostro paese purtroppo le statistiche non sono affatto confortanti: nell'ultima rilevazione ISTAT di cui è dato conoscere i dati, ovvero quella relativa al 2016, in Italia si sono annualmente verificati 214.053 furti in abitazione, cui vanno ad aggiungersi 2.562 rapine domestiche.
Si badi bene che tali statistiche riguardano esclusivamente gli episodi regolarmente denunciati alle forze dell'ordine, di conseguenza la cifra non potrebbe che essere rivista al rialzo.

Proteggere la casa con affidabili dispositivi tecnologici
Se ci si chiede come evitare furti in casa si possono suggerire moltissimi comportamenti virtuosi, come ad esempio evitare qualsiasi comunicazione che potrebbe far intuire la propria assenza a dei malintenzionati, ma è sicuramente fondamentale adottare delle contromisure valide dal punto di vista tecnologico, oltre che installare porte blindate e infissi di qualità.
Oggi sono davvero moltissimi i dispositivi in grado di proteggere un'abitazione in modo molto efficace, a tra i tanti meritano una menzione speciale i moderni impianti di videosorveglianza basati sull'impiego di videocamere IP e quelli che funzionano grazie a degli appositi sensori.
Entriamo nel dettaglio, dunque, scoprendone il funzionamento e quali sono le varianti più gettonate.

Realizzare un impianto di videosorveglianza
La realizzazione di un impianto di videosorveglianza di ultima generazione rappresenta senza dubbio una delle soluzioni più affidabili ed efficienti per scongiurare l'eventualità che possano verificarsi dei furti in casa.
In passato la realizzazione di un dispositivo simile richiedeva degli interventi tecnici piuttosto complessi, nonché una spesa non indifferente, oggi invece la situazione è completamente diversa.
Installare un impianto di videosorveglianza è davvero semplicissimo, tanto da non rendere necessario l'intervento di un tecnico, inoltre non è affatto indispensabile dover prevedere una grossa spesa per garantirsi la dovuta sicurezza; sicuramente in commercio ci sono anche degli impianti dal prezzo consistente, ideali magari per ambienti di grandi dimensioni e nei quali è necessario garantire una sicurezza eccellente, ma per rendere inviolabile una normale abitazione può andare più che bene anche un impianto economico.

Le moderne videocamere IP
La principale innovazione che ha riguardato il mondo della videosorveglianza ha corrisposto principalmente all'introduzione delle cosiddette videocamere IP: mentre in passato si utilizzavano le videocamere cosiddette a circuito chiuso, oggi i video ripresi dalle telecamere possono essere trasmessi ad un computer attraverso Internet.
Il nome videocamere IP, d'altronde, non è casuale: il concetto di indirizzo IP è molto familiare a chi ha conoscenze informatiche e fa riferimento appunto a un dispositivo connesso ad una rete.
Utilizzando più videocamere IP è dunque possibile realizzare un vero e proprio impianto di videosorveglianza in grado di monitorare ambienti più o meno ampi, facendo in modo che i filmati registrati siano sempre sotto controllo.
Tali filmati possono ovviamente essere immagazzinati, e da questo punto di vista è interessante sottolineare che diversi brand che propongono prodotti di questo tipo mettono a disposizione dei clienti anche degli spazi cloud all'interno dei quali le registrazioni possono essere custodite per dei lassi di tempo più o meno lunghi.
I vantaggi che sanno garantire gli impianti di videosorveglianza basati sull'impiego di videocamere IP sono davvero moltissimi; l'unica potenziale criticità è legata all'eventualità che tali dispositivi, essendo connessi in rete, possano subire degli attacchi ad opera di pirati informatici, tuttavia i modelli moderni hanno raggiunto un livello di sicurezza tale da offrire delle garanzie molto solide.

Videocamere IP: tipologie e caratteristiche
Le caratteristiche che possono contraddistinguere le videocamere IP sono molteplici, sebbene siano tutte accomunate dal fatto di utilizzare la rete per la trasmissione dei video registrati, di conseguenza si può godere di una scelta davvero molto ampia.
Le opzioni sono diverse, anzitutto, per quel che riguarda la risoluzione: è evidente che una risoluzione elevata non può che considerarsi un aspetto positivo, ma non è il caso di eccedere, dal momento che le risoluzioni più alte potrebbero rallentare la rapidità di trasmissione del filmato.
Altro aspetto molto importante riguarda l'ampiezza dell'area che la videocamera è in grado di monitorare, la quale deve ovviamente essere commisurata all'ambiente in cui viene realizzato l'impianto di videosorveglianza.
Da questo punto di vista è molto interessante sottolineare che oltre alle videocamere statiche, quindi quelle che mantengono sempre la medesima posizione ammenoché non vengano spostate manualmente, vi sono anche modelli in grado di modificare la loro inquadratura: alcuni di essi sono manovrabili da remoto, altri ruotano automaticamente, altri ancora prendono il nome di Fisheye in quanto riescono ad inquadrare il contesto offrendo una visione a 360º.
Anche l'audio è un aspetto che merita di essere valutato al momento della scelta: alcune videocamere infatti sono in grado i registrare anche i suoi, altre invece si limitano alle immagini.
Come non sottolineare inoltre che alcune videocamere offrono anche la possibilità di emettere dei messaggi vocali grazie ad un apposito microfono integrato: utilizzare simili videocamere con finalità di sicurezza può essere utile in quanto l'emissione di voci o altri suoni può indurre malintenzionati a scappare piuttosto che portare a termine il loro furto.
Un altro importantissimo aspetto sulla base di cui scegliere le videocamere IP che andranno a costituire il proprio impianto di videosorveglianza è correlato alla possibilità di installarle in un ambiente interno o esterno: alcune videocamere, infatti, sono realizzate appositamente affinché possano essere installate all'aperto senza il rischio che precipitazioni ed agenti climatici le possano danneggiare.

Utilizzare degli antifurti a sensori
Tra le più moderne soluzioni tecnologiche tramite le quali è possibile evitare che si verifichino dei furti in casa vi sono anche i moderni antifurti dotati di sensori.
Anche per quanto riguarda questo tipo di prodotti si è assistito a un perfezionamento tecnologico davvero notevole nel corso degli ultimi tempi, il quale ha contribuito in modo decisivo alla loro diffusione.
Anche a livello di costi, peraltro, questi particolari antifurti sono recentemente divenuti molto più accessibili, a fronte di un miglioramento medio della qualità tutt'altro che trascurabile.
L'impiego dei sensori con fini di sicurezza è ormai molto consueto e variegato: specifici dispositivi sono infatti utilizzati per rilevare la presenza di fumi e di gas, quindi per scongiurare il verificarsi di incendi o esplosioni, allo stesso modo i sensori sono in grado di rilevare per tempo un'anomala presenza di acqua tale da far temere un allagamento.

Antifurti con sensori: tipologie e caratteristiche
I sensori specifici per evitare furti in casa sono numerosi: tutti questi modelli sono accomunati dal fatto di avere come finalità primaria la rilevazione tempestiva di presenze indesiderate nell'abitazione in questione, tuttavia il loro funzionamento può differire.
Sono molto diffusi i cosiddetti sensori perimetrali, particolarmente adatti per le abitazioni indipendenti le quali sono interamente circondate da un giardino privato.
I sensori perimetrali sono in grado di rilevare il passaggio di corpi estranei dall'esterno verso l'edificio, e laddove qualcuno dovesse tentare di violarli viene attivato immediatamente l'allarme.
L'efficacia di questi dispositivi è massima ed è accentuata dal fatto che, nella grande maggioranza dei casi, essi sono completamente invisibili.
Una criticità che tradizionalmente ha spesso riguardato tali sensori riguarda l'eccessivo verificarsi di falsi allarmi: può ad esempio accadere che un animale attraversi il sensore e faccia scattare l'allarme, attivandolo così inutilmente.
Perfettamente consapevoli di tali criticità, le aziende che producono dispositivi come questi hanno perfezionato in modo notevole le loro proposte, di conseguenza oggi è possibile acquistare dei modelli assolutamente affidabili anche in tale ottica.
Si parla, a tal riguardo, di sensori di tipo Pet Friendly, dunque sensori che riescono a distinguere il passaggio di un animale da quello di una persona evitando che l'allarme si possa attivare in modo scorretto.
Sensoni analoghi dal punto di vista tecnologico sono quelli che mettono in sicurezza specifici punti dell'immobile, come possono essere ad esempio porte ed infissi.
In tali casi non viene realizzato un "perimetro", ma una protezione specifica che riguarda dei punti "sensibili" da cui potrebbero verificarsi delle indesiderate intrusioni.
Altri sensori molto diffusi tramite cui è possibile mettere in sicurezza un'abitazione sono i cosiddetti sensori di movimento: tali varianti non prevedono la realizzazione di un perimetro virtuale oltrepassando il quale l'allarme viene attivato, ma sono in grado di rilevare la presenza di movimenti negli ambienti interni.
Tali sistemi antifurto vengono ovviamente utilizzati quando la casa è vuota, di conseguenza se una persona si muove nell'abitazione l'allarme viene attivato tempestivamente.
Un'ulteriore tipologia di antifurto con sensori è quella in grado di rilevare vibrazioni anomale all'interno dell'edificio, come potrebbero essere ad esempio quelle dovute alla rottura di un vetro.
Anche questi antifurti sono piuttosto diffusi e possono senz'altro essere una buona soluzione per mettere in sicurezza la propria casa nei momenti in cui si è assenti.

L'importanza di proteggere l'abitazione sul piano tecnologico
Sarebbe davvero un peccato, oggi, rinunciare alla tecnologia per mettere in sicurezza la propria casa: a fronte di spese decisamente accessibili, infatti, si possono scongiurare dei rischi davvero molto seri.
I sistemi di videosorveglianza con videocamere IP e gli antifurti muniti di sensori sono senza dubbio tra le soluzioni più affidabili, e farle coesistere non può che accentuare ulteriormente la sicurezza dell'immobile.
Non bisogna peraltro dimenticare che grazie ai moderni sistemi domotici, i quali consentono di gestire più dispositivi tecnologici domestici in modo centralizzato direttamente dal proprio smartphone, monitorare la sicurezza della propria abitazione è davvero molto semplice, anche laddove ci si trovi a migliaia di chilometri di distanza dalla medesima.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it