immagine Conviene sostituire le persiane? E qual è la migliore scelta?
  • Venerdì 14 Settembre 2018, 09:55

Conviene sostituire le persiane? E qual è la migliore scelta?

State pensando di ristrutturare la vostra casa e avete bisogno di scegliere delle persiane. Ecco i nostri consigli utili alla migliore scelta di questo serramento.
Le persiane nel tempo sono diventate fondamentali. Queste proteggono la casa dal calore e dal troppo freddo, ma sono in grado di far filtrare la luce necessaria in casa, preservando l’ambiente dal troppo calore. La tecnologia di queste negli anni è mutata e di sicuro migliorata. Infatti si considera il suo perfezionamento al punto tale da dover installare una persiana su ogni finestra di casa. In questo articolo vedremo tutti i vantaggi che questo accorgimento può apportare al vostro ambiente, sia dal punto di vista estetico che protettivo.

Perché scegliere una persiana?
La persiana, oltre ad assolvere una funzione oscurante della luce solare nell’ambiente interno, ha come seconda funzione quella di scudo termico. Questa, nel momento in cui viene selezionata dovrà essere in grado di coniugare sia la praticità di utilizzo che la sua estetica, sempre più perfezionata. Per poter scegliere al meglio questo accorgimento è necessario avere ben chiari gli obiettivi da raggiungere e cioè, che tipo di finestra si vuole coprire e perché è necessario coprire il vetro.
È chiaro che su una vetrata di grandi dimensioni non si andrà ad agire con una comune persiana chiamata romana, ma è possibile utilizzare una a lamelle verticali o servirsi di pannelli giapponesi. Mentre su una porta finestra o una di tipo oscillo battente, si potrà optare per una persiana a rullo o una veneziana. Più tardi spiegheremo quali sono le differenze tra questi diversi nomi appena citati. Prima però, vediamo nello specifico cos’è una persiana e che tipo di caratteristiche deve possedere per poter assolvere al meglio la sua funzione.

Cos’è una persiana
Prima di tutto c’è da dire che si tratta di un infisso e forma le imposte, insieme all’antone. La persiana ha un telo perimetrale e un tamponamento. Le origini del suo nome vengono dalla Francia, dove venivano chiamate in omaggio alla Persia, persienne. Questo termine era usato per descrivere un’imposta adatta proprio a preservare un ambiente dal troppo sole, senza per questo eliminare il ricambio di aria. In Sicilia la persiana viene introdotta nel diciottesimo secolo ed entro il diciannovesimo secolo diventa un elemento imprescindibile in grado di coprire le finestre anche delle case più povere. Come possiamo vedere, la persiana è un elemento che ha trovato la sua collocazione stabile in tutte le case degli italiani, sebbene le caratteristiche cambino in base all’ambiente.
Al giorno d’oggi esistono diversi tipi di persiane costruite con materiali sempre più performanti come l’acciaio zincato, l’alluminio, il PVC o il legno. Più tardi vedremo tutti i vantaggi di questi materiali, cercando di darvi un’idea su ciò che è più adatto alle vostre esigenze.

Tipologie di persiane estetiche
Benché sul mercato esistono molti tipi di persiane, in pochi riescono a comprendere qual è quella più adatta sia dal punto di vista tecnico che estetico, alla propria casa. Vediamo le peculiarità delle persiane estetiche.
La persiana a rullo ad esempio, è un sistema di tipo avvolgibile. Questo svolge la sua manovra con una corda e si installa su una finestra o porta finestra. La persiana a velo invece, come dal nome stesso si può intuire, è leggera e non è invasiva dal punto di vista estetico. Non ha una grande schermatura solare ed è equiparabile ad una tenda. Questo si può installare sulla finestra.
La tapparella giapponese invece è formata da tanti pannelli che sono congiunti tra loro e sono sovrapposti per coprire l’ambiente dai raggi solari. questa è regolabile.
La persiana romana come abbiamo già accennato, ha delle bande di forma rettangolare, proporzionata in base alla finestra. Questa è colorata e si installa su una finestra. Dal punto di vista estetico è molto caratteristica da vedere.
La veneziana è una struttura lamellare da inclinare in base alle proprie esigenze. Si tratta di un sistema oscurante che va dal medio al completo. È facilmente installabile su una finestra ma anche incassata nel vetro. La tapparella plissettata invece, viene chiusa in una casa. Questa per scendere si serve dei binari. Viene installata sulle finestre dei tetti ma anche sulle normali finestre.
L’ultimo tipo è composto da delle lamelle. Queste si sovrappongono quando è necessario il totale oscuramento. Si chiama persiana a lamelle ed è utile quando vi sono delle porte finestre da proteggere.

La funzione della persiana
Come abbiamo già visto, le tipologie di persiane sono molte e non solo uguali. Vi sono però, dei punti in comune che dovranno rispettare per poter assolvere al meglio la loro funzione.
Le persiane in legno dovranno utilizzare solo legno di tipo stabilizzato. In questo caso non sarà possibile vedere segni di deterioramento o meglio, deformazione durante la sua costruzione e montaggio. È bene effettuare un trattamento conservante sul legno prima di passare alla fase di verniciatura. Le lamelle orizzontali vengono poste in una sede precisa nei montanti. Il materiale di costruzione dovrà essere sempre isolante per poter resistere agli agenti atmosferici, come caldo o freddo. Uno dei materiali che risponde al meglio a queste caratteristiche è il legno. Vi sono poi altri accorgimenti e materiali in grado di garantire le stesse o migliori performance. Poiché ricordiamo, il legno è soggetto a molta manutenzione e magari questo può diventare un problema sia in termini di tempo che di costi.

Modelli di persiane esistenti sul mercato
Veniamo alle soluzioni più adatte per proteggere le porte e le finestre, guadagnando in risparmio energetico, comfort e privacy, cosa molto importante per chi in casa ha bisogno di luce ma non vuole farsi vedere dai vicini.
Vi sono le persiane ad ante girevoli. Si tratta di un modello classico con apertura verso l’esterno della casa. Il numero di ante in questo caso, potranno essere due o anche solo una. Vi è la possibilità di avere delle ante piene e cioè, completamente oscuranti. Questo sistema è molto utilizzato nei luoghi dove si raggiungono facilmente le basse temperature, come in montagna. Quando troviamo le stecche inclinate, abbiamo delle persiane girevoli ma anche fisse.
Sul mercato vi sono anche delle persiane con ante scorrevoli, dove il movimento viene assicurato da dei binari o guide. Queste proteggono l’infisso sia dalla parte superiore che inferiore. In questo modo lo spazio di apertura si riduce, poiché queste si apriranno contro il muro. Il controtelaio viene installato nello spessore del muro.
Vi sono persiane in grado di fungere anche da sistema di sicurezza e stiamo parlando del modello anti effrazione. Questa spesa può incrementare anche la sicurezza della vostra porta blindata, rendendola più sicura e a prova di ladro. Si tratta di un sistema che viene installato nel muro ed è composto da catenacci di acciaio e ferro. Hanno dei sistemi di lamelle orientabili però, in grado di assicurare il passaggio di luce.

Materiali adatti alle persiane
Abbiamo già illustrato le caratteristiche del legno: bello da vedere e materiale duraturo anche se, la manutenzione in questi casi è più frequente. Quando non si vuole optare per questo materiale, la tecnologia ci viene in aiuto. Per le persiane sono stati adattati altri materiali in grado di sostituire al meglio il legno. Vediamo quali sono.
Il PVC ad esempio, è un materiale che per le persiane è più che adatto. Questo assicura un buon isolamento termico e ha dei costi contenuti. Il design è in grado di variare, per cui potremo avere modelli classici o moderni, tranquillamente adattabili a tutti i tipi di case. Questo tipo di persiana resiste molto bene alle intemperie e al troppo calore, poiché sono anche ignifughe. La manutenzione è minima anche se col tempo tenderà a scolorire.
La persiana in alluminio assolve anche la funzione fonoassorbente anche se è lo spessore il vero responsabile di questo vantaggio. Si tratta di un materiale maneggevole e soprattutto leggero. È possibile inserire nella struttura poliuterano espanso o lana di roccia, in grado di garantire la protezione anche dal rumore.

I costi delle persiane
Per quanto riguarda i costi, una stima non è possibile poiché si tratta di serramenti che hanno un costo relativo in base ai materiali e alle misure, nonché finiture, lavorazioni, foggia e a tutti i meccanismi di regolazione che sarà necessario inserire. Per questo motivo, ogni composizione avrà il suo costo anche basato sulla qualità del prodotto. È bene quindi, evitare il fai da te e rivolgersi a dei venditori specializzati sul prodotto, come rivenditori di serramenti preparati e in grado di aiutarci nella scelta del prodotto più giusto e adatto alle nostre esigenze.

Le persiane blindate sono un buon compromesso?
Se state pensando di proteggere la vostra abitazione ma anche di evitare che il troppo calore o il troppo freddo entri in casa,è bene servirsi di una persiana blindata. Si tratta di un sistema di protezione dalle aggressioni provenienti dall’esterno ma anche dai rumori e dagli agenti atmosferici. Si tratta di un sistema di sicurezza passiva in grado di impedire le effrazioni o anche solo di rallentarle. Riescono a scoraggiare i ladri poiché sono riconoscibili. Si tratta di un sistema certificato dalla norma UNI EN 13659:2015 per cui, tutte le persiane blindate dovranno possedere anche la marcatura CE per poter essere considerate a norma. Le classi di resistenza alle effrazioni di questo sistema vanno da uno a sei.

Vi sono agevolazioni fiscali per la sostituzione delle persiane?
La Legge di Bilancio 2018 ha confermato anche per quest’anno i bonus fiscali relativi alla sostituzione di infissi, serramenti e quindi anche per le persiane. Rispetto agli anni passati però, dove la detrazione fiscale prevista era del 65%, per tutto il 2018 sarà del 50% anche per chi cambia solo le schermature solari. il massimo della detrazione prevista per le persiane è di sessantamila euro.
La domanda relativa alla detrazione del 50% potrà essere fatta al portale ENEA comodamente da casa, online entro novanta giorni dalla fine dei lavori o in fase di collaudo, nel momento in cui vi è un verbale che lo certifichi. I pagamenti effettuati dovranno essere tutti tracciabili a mezzo bonifico.
Si tratta di un vantaggio molto grande anche perchè negli anni, il denaro speso è recuperabile attraverso le detrazioni IRPEF. Questo sistema di rimborsi ormai collaudato, viene applicato anche per la sostituzione di impianti idrici, elettrici, mobili, elettrodomestici, a patto che si tratti di soluzioni adatte a garantire l'aumento dell'efficentamento energetico. Per questo motivo è molto conveniente utilizzare questi vantaggi e ristrutturare casa. Solo così sarà possibile usufruire di tutti questi vantaggi.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it