immagine I comò e i comodini: quali scegliere tra i modelli più di tendenza?
  • Domenica 30 Dicembre 2018, 08:55

I comò e i comodini: quali scegliere tra i modelli più di tendenza?

Comò e comodini sono elementi must have in tutte le camere da letto, da quelle patronali a quelle dei più piccoli, senza tralasciare le stanze degli ospiti o della casa vacanza. Questi complementi d'arredo, spesso trascurati, non solo sono elementi funzionali utilissimi, ma definiscono anche lo stile d'arredo dell'intero ambiente e possono essere anche rimodernati o realizzati con il fai da te. Grazie a questa guida definitiva sarà finalmente semplicissimo scegliere quelli migliori tra i modelli e le proposte più di tendenza, seguendo gli autorevoli consigli dei migliori interior designer italiani.

Comò e comodini: perché sono indispensabili?
Il comò è un mobile che, insieme ai comodini, compone l'equippaggiamento abituale delle camere da letto, almeno quelle classiche e tradizionali e di gusto italiano. In particolare il comò, nome italianizzato di commode alla francese, è un mobile nato per custodire la lingerie. Si tratta di un complemento d'arredo tipicamente in legno, con cassettoni capienti e di altezza contenuta. Secondo alcuni il comò ed il comodino sono la stessa cosa, mentre in realtà quest'ultimo è la versione mignon del primo. Nelle camere da letto vintage, o definite dei nonni è sicuramente visibile l'utilizzo di questi arredi sicuramente funzionali e di gusto classico. Oggi, il comò assume le vesti della toeletta femminile, cioè del banchetto per il trucco, oppure viene usato per poggiarvi sopra il televisore e viene posto di fronte al letto, specie nelle camere matrimoniali. In questo caso nei suoi cassetti verranno posti i capi di lingerie ma anche le coperte, le parure, i plaid e simili. In via generale questo mobile è sì pratico, ma occupa comunque un certo spazio e molte stanze moderne hanno una metratura ridotta e che non prevede l'inserimento quindi, di questo complemento. Esistono infatti versione più piccole, salvaspazio e che somigliano a scarpiere da poter collocare nella stanza da letto, ma vanno scelte con cura ed è meglio siano pendant con il resto del mobilio. I comodini al contrario sono quasi sempre presenti, sia nelle camere contemporaneo o ipermoderne, sia in quelle dal gusto vintage o classico. Sono elementi versatili, disponibili anche in versione salvaspazio e decisamente pratici, utilissimi anche nelle stanze dei più piccoli. Le cassettiere quindi ed i comodini si confermano, secondo gli interior designer, arredi must have e facenti giustamente parte della dotazione tipicamente italiana delle camere da letto di tutta la famiglia.

I modelli tradizionali
Comodini e cassettiere, o comò, si identificano come tradizionali per il loro design classico e per il materiale di costruzione: il legno. Questo, era, fin dai tempi più antichi, quello ideale per la costruzione di arredi duraturi e di buona fattura. I modelli più eleganti e raffinati erano anche cerati o protetti da una vernice lucente superficiale, ma anche decorati, intarsiati o cesellati. In via generale quindi, e tuttora, i modelli tradizionali sono quelli realizzati in legno, soprattutto di alta qualità e contraddistinti da un design formale, classico e sinuoso, raffinato e senza tempo. I mobili di gusto tradizionale nascono proprio con l'intento di durare nel tempo, di resistere al passare delle mode e di conferire gradevolezza, accoglienza e raffinatezza, alle stanze da letto in questo caso. Secondo questo stile i comodini e la cassettiera, o comò, è bene siano della stessa collezione, pendant ed intonati per conferire armonia ed eleganza all'intera stanza. Meglio ancora se questi arredi sono complementari al letto e all'armadio completando l'assetto stilistico con grande praticità e gusto. Molte proposte sono caratterizzate dall'essenza legnosa scura e dal sapore quasi etnico degli arredi: in questo caso si potrà creare un ambiente eclettico mixando i due generi d'arredo ed utilizzando anche stoffe ed oggettistica ad hoc.

I modelli contemporanei
In commercio è facile trovare anche modelli contemporanei di comodini e cassettiere da camera. Questi complementi sono studiati per rispondere al meglio alle esigenze pratiche ed estetiche proprie della vita moderna. Per esempio non è raro trovare modelli salvaspazio, perfetti anche nelle stanze dalla metratura particolarmente ridotta. Ancora più versatili sono i modelli componibili, ideali per ottimizzare e personalizzare lo spazio a disposizione e senza rinunciare al design. Non solo, i comodini e, in generale, gli arredi di stile moderno, sono caratterizzati da linee minimali, da forme geometriche e regolari, da materiali, colori e finiture che suggeriscono contemporaneità e avanguardia. Ad esempio i mobili laccati, specialmente lucidi, oppure quelli verniciati in nuance sgargianti, metalliche o fluorescenti sono tra i topic del genere contemporaneo. I materiali costruttivi sono i più vari, dal legno al truciolato, le leghe metalliche, le plastiche, ma sono molte anche le proposte realizzate con materiali riciclati o di scarto. In questi ultimi due casi la modernità abbraccia anche l'ecocompatibilità. Ciò che è bene sempre ricercare però, è l'assenza di formaldeide o di altre sostanze chimiche, come alcune colle, utilizzate per la costruzione o per la finitura dei mobili, che possono essere pericolose per la salute. Molte di queste sostanze tossiche, o potenzialmente pericolose, rilasciano nel tempo aerosol dannosi e assolutamente vanno evitati.
 
I modelli evergreen
Come detto, i comodini soprattutto, sono veri must have nelle camere da letto degli italiani. Non solo, anche negli alberghi, nei b&b, nei residence e simili, comodini e cassettiere vengono sempre inseriti nell'arredo. Sono elementi davvero funzionali e che permettono di mantenere l'ordine nella stanza, offrendo anche piani d'appoggio multifunzionali. Non esistono veri e propri modelli evergreen, ma per far in modo che un esemplare lo diventi è ad esempio opportuni scegliere colori, forme e materiali durevoli, che non risentano il passare delle mode per esempio. Tra le tonalità ideali ci sono quelle neutre: il bianco, il beige, i marroni, i grigi. Tutte queste sono delicate, abbinabili facilmente a qualsiasi altra tinta o fantasia e possono cambiare mood a seconda dell'abbinamento scelto, della tinteggiatura delle pareti, delle parure da letto utilizzate. Sono in definitiva i colori più versatili e che saranno perfetti se abbinati a mobili dalle linee geometriche e semplici, squadrate o arrotondate ma non troppo. Così si sarà sicuri di avere comò o comodini adeguati ed evergreen, ma importante è scegliere anche materiali costruttivi resistenti e ben lavorati. Al contrario, si potrà prediligere un mobilio decisamente originale, magari vintage o rimodernato, cosicché i comodini o la cassettiera diventino il pezzo forte dell'arredo. In questo modo definiranno lo stile della stanza e potrebbero durare nel tempo come vere opere d'arte moderna.
 
I modelli vintage
Un'altra versione delle cassettiere e dei comodini, sempre molto amata e non solo dai progettisti di interni, è quella vintage. Al di là che si tratti di mobili di valore o meno, il design d'epoca suscita sempre grande attrattiva ed emozione e rende qualsiasi stanza da letto romantica e raffinata. Il materiale principe di questi complementi d'arredo è sicuramente il legno, di cui quello massiccio contraddistingue i modelli più pregiati. Le forme sono sinuose e spesso le gambe di comodini e comò sono snelle e particolarmente arcuate, affascinanti e ricercate, anche decorate o intarsiate. In via generale si tratta comunque di mobili importanti e di medio grandi dimensioni, a meno che non si opti per delle realizzazioni moderne su mood vintage. In questo caso sono disponibili sul mercato modelli di tutte le misure possibili, anche molto ridotte e versatili. A livello estetico i mobili di gusto retrò è bene siano accostati a dettagli e colori neutri, perché il loro aspetto li renderà protagonisti indiscussi della stanza. Se comodini e cassettiera sono pendant, ma il letto e l'armadio no, è importante scegliere questi ultimi in mood semplice e minimale. Evitare diverse serie o collezioni vintage è meglio, soprattutto se alcuni arredi non son perfettamente uguali al resto del mobilio.
 
Comò e comodini fai da te
Il riciclo creativo ed in generale il fai da te offrono infiniti spunti per la realizzazione di comò e comodini personalizzati e unici. È facile infatti assecondare le proprie esigenze e creare arredi di ogni genere sfruttando anche vecchi complementi, restaurandoli e verniciandoli, oppure sfruttando qualsiasi tipologia di oggetto. Per esempio è di gran moda utilizzare le cassette della frutta al posto dei comodini, magari agganciandole con apposite viti direttamente al muro. Anche la cassettiera si può realizzare con le cassette vecchie, o anche con i pallet. Non solo, visivamente splendidi sono anche i comodini creati ammonticchiando due o più valige vintage, bauletti o cassetti. Per un mood più moderno invece sono perfetti i blocchi di cemento ammonticchiati o incollati tra loro, ideali pure da verniciare con colori fluo o con il classico black&white. Sempre esteticamente accattivante, ma meno pratico per la mancanza di vani è il comodino realizzato con vecchi sgabelli o sedie. Ogni arredo riciclato o creato con il fai da te può assumere il mood desiderato e garantire allo stesso tempo la massima funzionalità, in base ovviamente alle proprie esigenze pratiche e di spazio. Spesso tra l'altro, si può anche risparmiare e garantirsi un arredo personalizzato e di grande impatto estetico.
 
Quali scegliere: i consigli dell'interior designer
Ci sono tante variabili da tener presente per scegliere la cassettiera e i comodini più adatti, ma in linea di massima si valutano le seguenti. Prima di tutto è necessario comprendere la funzione che ci si aspetta da questi complementi d'arredo. Cioè se si ha bisogno di un appoggio per l'abat-jour o per eventuali sveglie, è chiaro che un comodino magari cassetti sia l'ideale. Se si dispone di una cabina armadio a giorno invece, e si ha abbastanza spazio, si potrà valutare un comò per riporre la lingerie. Successivamente è indispensabile vagliare lo stile o il mood che si vuole conferire alla stanza da letto. Per un look tradizionale meglio i comodini in legno, pendant con la cassettiera e il resto dell'arredo, per un genere moderno meglio linee sobrie e colori neutri, come evidenziato nei capitoli precedenti. Infine è fondamentale optare solo per comodini e cassettoni che abbiano uno spessore e un ingombro adeguato all'ambiente. Deve essere sempre garantito il passaggio e l'apertura dei cassetti, nonché le normali operazioni di pulizia.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it