immagine Arredo liberty: lo stile primo 900 per una casa elegante e raffinata
  • Venerdì 25 Gennaio 2019, 19:18

Arredo liberty: lo stile primo 900 per una casa elegante e raffinata

L’arredamento liberty è una vera e propria scelta di stile dedicata a chi ama gli oggetti vintage lussuosi e eleganti. Questa tipologia di arredo risale all’epoca che va a cavallo tra l’Ottocento e il Novecento e ricorda i palazzi regali e principeschi la cui città maggiormente rappresentativa è Parigi. Per rappresentare al meglio questo stile occorre fare scelte ben precise che vanno da una mobilia curviline e rotondeggiante fino a pareti decorate e sfarzose.

Le caratteristiche dello stile liberty
Lo stile liberty, definito anche Art Nouveau, ha caratterizzato un periodo ben preciso del passato corrispondente alla Belle Epoque. Tutto, in quegli anni, doveva rispecchiare il benessere e quindi, anche l’arredamento doveva essere sfarzoso e a elevato impatto visivo.

Per arredare una casa in perfetto stile liberty occorre quindi prediligere la sontuosità e fare delle scelte ben precise, sia per quanto riguarda opere murarie importanti che per gli accessori. Le pareti e i mobili devono essere estrose e simboleggiare il lusso per cui via libera a ghirigori e decorazioni artistiche su muri e soffitti.

L’estrosità deve guidare chi decide di arredare la propria abitazione in stile liberty ricordando però di non esagerare. Per questo motivo è opportuno creare il perfetto equilibrio tra colori, rivestimenti, mobili e complementi d’arredo che abbinati nella maniera opportuna rispecchieranno a pieno lo stile liberty risultando anche eleganti e raffinati.

Uno degli elementi che non deve mancare per realizzare un perfetto arredo liberty è rappresentato dalla scelta del rivestimento delle pareti che deve avere sempre uno sfondo chiaro e neutro. Possono essere utilizzate delle carte da parati o applicati dei decori direttamente sul muro. Sono da prediligere le tonalità dell’avorio, panna e beige impreziosite da dettagli preziosi come decori color oro. Se si sceglie una carta da parati a tinta unita vanno enfatizzati i colori abbinando dei tappeti di grandi dimensioni dalle sfumature scure mentre se si preferisce rivestire il muro con disegni geometrici o stampe floreali occorre abbinare tappeti e tendaggi a tinta unita.

Uno degli altri elementi predominanti dello stile liberty è rappresentato dalla luce che deve riprodurre dei giochi di colore unici. Per questo motivo andrebbero inserite delle vetrate colorate che possono avere decori semplici o elaborati ma si può anche optare per degli inserti di diverse tonalità di colore che possono fare la differenza. Se si sta progettando o ristrutturando casa potrebbe essere molto utile utilizzare del vetro cemento con tasselli di colori diversi che creeranno dei giochi di luce sempre diversi a seconda del momento della giornata. Questo, oltre a dare luce, sarà capace di diffondere colore nella stanza dove viene posizionato.

Oltre a questi possono essere utilizzati vetri decorati anche per le finestre del soggiorno e della cucina ma senza esagerare per non rischiare di avere una casa troppo buia.

La scelta della mobilia deve essere indirizzata verso elementi dalle forme morbide e sinuose, non vanno bene le linee squadrate ma risultano perfette quelle curvilinee e arrotondate. Oltre alla forma non vanno sottovalutati gli effetti che possono dare i decori di alcuni elementi della mobilia come sedie e tavoli. Questi sono da preferire con zampi decorati da intarsi e ghirigori.

Zona giorno in stile liberty
Il salotto e la cucina sono le stanze della casa che vengono maggiormente utilizzate quando si ricevono gli ospiti. Per fare in modo che queste siano in perfetta linea con lo stile art nouveau occorre partire dal divano. Quest’ultimo, oltre a essere morbido e dalla forma arrotondata, deve essere caratterizzato da decori preziosi come rivestimenti a stampe floreali impreziositi da dettagli oro o argento e cuscini abbinati. Per quello che riguarda i materiali della mobilia sono da preferire i legni da tinteggiare in base al proprio gusto personale. Può essere utilizzato anche il ferro battuto che però deve essere lavorato in modo da formare dei decori che richiamano quelli dei divani o delle pareti.

Gioca un ruolo molto importante il tavolino posizionato di fronte al mobile che potrebbe fare la differenza sul quale possono essere inseriti accessori e complementi d’arredo tipici della Belle Epoque.
Accanto al divano vanno posizionate delle lampade la cui base è realizzata in vetro colorato.

Nella cucina non possono mancare delle credenze in legno, siano esse alte o basse e delle vetrinette con sportelli colorati. All’interno possono essere inseriti degli oggetti preziosi che richiamano l’idea di lusso come tazzine, bicchieri e piattini in porcellana che possono essere acquistati anche presso i mercatini dell’usato.

Se non si vuole utilizzare la carta da parati in cucina va benissimo un rivestimento facilmente reperibile in commercio di maioliche liberty al quale accostare un meraviglioso pavimento in graniglia.

Zona notte in stile liberty
Lo stile liberty riesce a emergere in tutta la sua bellezza nella zona notte. In questa stanza deve essere data particolare importanza al letto che dovrebbe avere una testata in ferro battuto, magari color oro, con decorazioni e ghirigori lussuosi e sfarzosi. Lo stesso materiale è da preferire per la cornice dello specchio che andrà posizionato sopra la cassettiera di color bianco o crema con pomelli preziosi in ottone.
I comodini devono essere in linea con la cassettiera, dotati di zampi lavorati e di un’altezza di medie dimensioni.
Nelle pareti va posizionata una carta da parati con disegni sinuosi. Anche in questo caso, per dare omogeneità all’ambiente e non creare confusione devono essere abbinati tendaggi e tappeti neutri.
Un tocco di classe per la camera da letto è rappresentato dall’illuminazione. Per questa sono da preferire dei lampadari di cristallo che oltre a regalare degli incredibili giochi di luce, permetterà di dare a tutto l’insieme un aspetto altamente chic.
Il bagno deve essere regale. In questo modo tutta l’abitazione apparirà sofisticata, lussuosa ed elegante. Per il pavimento e il rivestimento vanno scelte delle piastrelle lucide di diverse dimensioni. Per un perfetto stile liberty è consigliabile preferire delle forme esagonali per le piastrelle ma vanno bene anche quelle rettangolari se decorate e lavorate da disegni preziosi. I colori del bagno in stile art nouveau sono il bianco e il nero che possono sposarsi alla perfezione e dare all’insieme un aspetto molto chic.
Non vanno sottovalutati i sanitari e il mobile per il lavabo. Questi devono avere forme arrotondate e una rubinetteria importante in ottone, rame o addirittura oro. Se il bagno ha una dimensione importante si potrebbe pensare di inserire una vasca retrò con piedini lavorati al centro della stanza che darà un tocco molto glamour a questa zona.
I sanitari devono essere classici e tradizionali. Non risultano adatti quelli sospesi ma vanno scelti degli elementi che poggiano sul pavimento.
Infine lo specchio da posizionare sopra il lavabo deve essere importante e maestoso quindi vanno preferite quelle soluzioni che vedono cornici in ferro battuto lavorato con dettagli in oro o argento a seconda del gusto personale.

I complementi d’arredo dello stile liberty
I complementi d’arredo, gli accessori e alcuni dettagli particolari possono dare a tutta l’abitazione un aspetto in stile liberty davvero entusiasmante.
Il design di ogni singolo oggetto deve essere in perfetto gusto retrò che si sposa alla perfezione con lo stile art nouveau. Nel salotto possono essere posizionate delle comode poltroncine rigorosamente rivestite in velluto. Il velluto potrebbe essere utilizzato anche per i tendaggi ma, in questo caso, occorre fare attenzione alla scelta del colore per evitare di rendere troppo buia la stanza.
Il color oro deve essere presente in diversi elementi della casa, dalle lampade, passando per i piccoli vasi fino ad arrivare a cornici e accessori. Tutto deve infatti richiamare il fasto e il lusso tipico dei salotti dei circoli ricreativi della Belle Epoque.
Uno dei complementi d’arredo che riescono a richiamare al meglio lo stile liberty è rappresentato dalla classica lampada Tiffany che è stata la protagonista di quasi tutti gli arredi delle abitazioni dei primi del Novecento. Questa può essere posizionata sopra uno scrittoio, in una parte della libreria, in una consolle posizionata all’ingresso o sopra un mobile da salotto.
Chi ha un salotto di dimensioni importanti non dovrebbe sottovalutare di inserire un paravento nel salotto che potrebbe avere anche la duplice funzione di suddividere la zona conversazione dalla parte dedicata al pranzo. Il paravento rappresenta un vero e proprio must nello stile liberty e andrebbe posizionato anche in bagno o addirittura nella camera da letto per creare, all’interno di un’unica stanza, due zone ben distinte: quella dedicata all’igiene personale delle signore da quella destinata al sonno e al riposo. Se la camera da letto è abbastanza grande un’ottima idea è quella di posizionate un tipico catino con tanto di brocca vicino alla cassettiera.
Se nelle pareti non sono state utilizzate carte da parati troppo importanti ma si è preferito optare per delle tinte unite, devono essere applicati dei quadri estrosi che richiamino i primi del Novecento. In questo senso, giocano un ruolo a favore le bellissime stampe liberty che ricordano gli avvenimenti e gli hobbies di quegli anni. Non va dimenticato, infatti, che proprio durante la Belle Epoque si ebbe un boom di eventi artistici che vanno dalla nascita del cinema fino all’impressionismo.
Esistono quindi una serie di stampe che non possono mancare per rendere davvero perfetto un arredamento liberty. Le stampe possono essere reperite nei mercatini dell’usato e devono avere, come immagine, tutte le caratteristiche salienti di quel periodo come il cabaret, il can can e magari un disegno che ricordi il Moulin Rouge.
Durante il periodo art nouveau, inoltre, venne iniziato l’uso dell’acquerello per i dipinti per cui possono essere una scelta di grande effetto, acquistare delle riproduzioni di Monet o Klimt ma anche immagini di Parigi che ha rappresentato la città principale nell’applicazione dello stile liberty.

  • Annunci correlati

IlMessaggeroCasa.it