Marco Pasqua
ROMANITÀ di
Marco Pasqua

«Spotto Andrea che è fro...», benvenuti nella gogna (omofoba) degli Spotted

Lunedì 11 Marzo 2019 di Marco Pasqua
Le pagine Instagram "Spotted" nascono - come quasi tutte le iniziative studentesche - con le migliori intenzioni. «Spotto il ragazzo visto ieri alle 12 al terzo piano, come si chiama?», è il "format" tipico degli status più innocenti. Poi c'era quello più scherzosi: «Spotto il ragazzo che indossava due scarpe diverse». Anche se il fine era, quasi sempre, lo stesso: erano una sorta di "facilitatore" di conoscenze, uno strumento per incontrarsi nel reale partendo da un virtuale ben distinto da quello di chat come Tinder.

Leggi anche:---> L'ultima moda dei teen: insulti anonimi su Spotted, e la gogna corre sul web

Poi sono arrivati gli insulti. «Spotto Cristina che ha l'alito che sa di fogna», «Spotto Anita che non trova un ragazzo da 3 anni», e via dicendo. Ma i peggiori, quelli in grado di ferire e segnare ragazzi spesso minorenni, sono quelli a sfondo omofobo. Come quello che si è visto "recapitare" un ragazzo del Liceo Farnesina (abbiamo oscurato il suo nome), di cui viene indicata anche la classe di appartenenza: la gogna è servita. I compagni lo "taggano" nei commenti, in modo che nessuno abbia dei dubbi sull'identità del "presunto" compagno omosessuale. Talvolta, i diretti interessati segnalano il post incriminato, ma il più delle volte si risolve tutto in una insana sghignazzata collettiva. 



marco.pasqua@ilmessaggero.it Ultimo aggiornamento: 13:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ULTIMI POST

di Marco Pasqua
Leggi tutti