Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€
Marco Pasqua
Romanità
di Marco Pasqua

Tre fermate della metro A chiuse: e i borseggiatori si spostano sulla linea B

Tre fermate della metro A chiuse: e i borseggiatori si spostano sulla linea B
di Marco Pasqua
1 Minuto di Lettura
Lunedì 1 Aprile 2019, 15:31 - Ultimo aggiornamento: 19:32
La chiusura delle tre fermate della linea A - Repubblica, Barberini e Spagna - è riuscita in un piccolo miracolo (statistico). Scontato, certo. Ma pu sempre un miracolo per la nostra sempre più disastrata città. Perché da quando il Comune, per motivi di sicurezza, ma anche la magistratura, hanno disposto lo stop delle stazioni, chi ha visto calare i suoi affari non sono stati solo i commercianti delle zone interessate dal blocco, ma anche i borseggiatori. Così, la stazione dei carabinieri via Vittorio Veneto - che, per la sua posizione strategica, è quella a portata di "denuncia" dei turisti vittime dei soliti manolesta - ha registrato, nelle ultime settimane, un calo drastico di quanti si sono ritrovati alleggeriti di portafoglio e/o cellulare. Sembra, infatti, che gli scippatori, stiano ripiegando sulla linea B, che, per adesso, riesce ancora a resistere stoicamente a guasti e chiusure. E non è un caso che, qualche giorno fa, i militari abbiano nuovamente arrestato Madame Furto proprio a Termini, mentre si accingeva a colpire alcuni turisti su un vagone della metro B. 




 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA