Marco Conti
QUI MONTECITORIO di
Marco Conti

Next Generation Ue,
svolta storica per l’Europa
grazie alla Merkel

Venerdì 11 Dicembre 2020 di Marco Conti

 Il passaggio è storico. Per la prima volta l’Europa si indebita per sostenere i Paesi maggiormente colpiti dalla crisi economica scatenata dalla pandemia. 1800 miliardi di euro di debito comune del Next Generation Ue che ribaltano anni di zerovirgola e trepercento.

Un successo del semestre di presidenza della Germania e soprattutto della Cancelliera Angela Merkel che è riuscita a piegare Polonia e Ungheria. Le condizionalità sul rispetto dello stato di diritto restano, anche se cambia la tempistica e gli stati continueranno a ricevere fondi Ue sino alla pronuncia della Corte di giustizia europea. 

L’accordo dovrà essere sottoposto a ratifica dei parlamenti nazionali e permette di sbloccare anche i 209 miliardi assegnati all’Italia che è il maggior beneficiario del Next Generatione Ue.

Se ha ciò si unisce la decisione della Bce annunciata da Christine Lagarde di ricaricare il bazooka con altri 500 miliardi di euro, c’è da festeggiare per quel progetto europeo e lo scampato pericolo di quell’Italexit che solo due anni fa affascinò non pochi.

Ultimo aggiornamento: 09:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA