Laura Bogliolo
DAILY WEB di
Laura Bogliolo

Appello sui social per la "Gattara dell'anno" di Roma

Giovedì 21 Novembre 2019 di Laura Bogliolo
Appello sui social per la
Da venti anni, ogni giorno, sotto il diluvio o con il sole, percorrere chilometri trascinando un carrello della spesa pieno di cibo per gatti, la sua passione. L'impegno di Nunzia Mascoli, 70 anni, romanissima, a maggio è stato riconosciuto con il premio "Gattara dell'anno", assegnato dalla storica associazione "I gatti della Piramide" creata negli anni Ottanta nell'area archeologica da un'altra donna, dall'infaticabile Matilde Talli.

Anche Nunzia è infaticabile, ed è diventata un esempio per molte altre donne romane impegnate ad aiutare i gatti della Capitale. Tra loro c'è Luciana Angelini dell'associazione "I gatti di Torpignattara". «Nunzia è la mia supereroina - dice Luciana - tutti i giorni per 365 giorni l'anno anche se piove, nevica o fa 40 gradi va da loro». 

Adesso però la gattara dell'anno di Roma è in difficoltà. «Ora ho cinquanta gatti da curare in giro per il quartiere di Torpignattara». Ai soliti amici di Nunzia se ne sono aggiunti una ventina.  «La famiglia è aumentata con i gatti dell'area abbandonata, io non posso proprio lasciarli soli» racconta Nunzia.

LEGGI GLI ALTRI ARTICOLI DI DAILY WEB

Sono i gatti che vivevano in una zona di Torpignattara che era stata occupata e ora è stata sgomberata e posta sotto sequestro. Nei mesi passati Luciana e Nunzia hanno sfidato un ambiente nient'affatto sicuro, dove non è semplice addentrarsi. Sono riuscite a salvare diversi gattini. L'associazione "I gatti di Torpignattara" aveva chiesto di poter creare un'oasi felina nell'area. In attesa di risposte che non ci sono state, Nunzia ogni giorno dalle 13 alle 16 continua a portare da mangiare ai suoi 50 amici, compresi quelli che erano stati abbandonati a se stessi. 

Luciana su Facebook ha diffuso un appello per Nunzia che sta diventando virale. Ma gli aiuti tardano ad arrivare. 
 




  Ultimo aggiornamento: 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA