Latina, precipita ultraleggero: salvi marito e moglie grazie al paracadute balistico

Un aereo ultraleggero partito dall’aviosuperficie "Le Grugnole" di Nettuno è precipitato poco dopo le 13 nelle campagne tra Velletri e Cisterna nella zona tra i 5 archi e campoverde. I due coniugi, residenti a Velletri, erano da poco decollati da Nettuno e si dirigevano verso i Castelli Romani, quando il motore del biposto ha avuto una avaria e ha cominciato a perdere quota. Mentre precipitava al suolo, l'esperto pilota, A. M. 64enne ex pilota di aerei di linea, ha iniziato tutte le manovre di emergenza e ha azionato la leva del paracadute balistico in dotazione agli ultraleggeri da alcuni anni.

Questa manovra, con il piccolo aereo tenuto dal paracadute di bordo, ha permesso ai due coniugi di salvarsi la vita. Benché feriti, i due occupanti, soccorsi da due ambulanze del 118 e dai vigili del fuoco di Aprilia, sembra non siano in pericolo di vita: la donna, 61enne, moglie del pilota, ha perso la falange di una mano. Entrambi hanno vari traumi.

Probabilmente, secondo una prima ricostruzione della Polizia locale di Cisterna di Latina, diretta dal comandante Raoul De Michelis, i due hanno tentato un atterraggio di fortuna, dopo l'avaria al motore, in un campo isolato, evitando le zona abitate, il velivolo nell'impatto è rimasto pesantemente danneggiato, i due coniugi sono ancora ricoverati all'ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

Foto Luciano Sciurba

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Casa mia è piena di gente”. E menomale che si chiama isolamento

di Veronica Cursi