Bua Noi, la "gorilla triste": da 27 anni in una gabbia da sola nello zoo del centro commerciale

Domenica 21 Luglio 2019 di Remo Sabatini
Uno degli animali rinchiusi al Pata Zoo di Bangkok (immagine di Mark J inviata a Trip Advisor)

Se non fosse per le insegne luminose, poste lungo la facciata del grigio palazzone di un centro commerciale di Bangkok, nessuno potrebbe immaginare che quel fabbricato di cemento ospita uno zoo. Eppure è proprio così.
Al sesto e settimo piano dei grandi magazzini di Phra Pinklao Road, c'è il Pata Zoo.

Tigre si arrampica sul tetto di una casa per salvarsi dall'alluvione: panico tra i vicini
Brasile, allo zoo nasce un raro esemplare di pappagallo blu

Con le sue squallide gabbie di ferro, il piccolo zoo, continua ad essere meta di turisti e scolaresche che accorrono per vedere da vicino le decine di specie animali ospitate dalla struttura. Rettili, volpi, leopardi, oranghi e uccelli sono soltanto alcuni degli animali che vivono nello shopping center. Ma la vera star dello zoo è il gorilla. Si chiama Bua Noi ed è una femmina di circa 30 anni. Arrivata in Thailandia quando era ancora piccola, era stata spedita da uno zoo tedesco nel lontano 1992, la femmina di gorilla ha trascorso gli ultimi 27 anni dentro una gabbia da sola. Tanto che la tristezza che le si legge negli occhi, è stata immortalata da migliaia di fotografie e riprese pubblicate nel corso degli anni, dai visitatori rimasti colpiti da quello sguardo perso nel vuoto.

Anche per questo, già nel 2015, diverse organizzazioni animaliste avevano chiesto alle autorità competenti, di controllare la struttura per migliorare le condizioni di vita di quegli animali. Le istanze erano state accettate e le verifiche successive, avrebbero portato addirittura alla richiesta di chiusura dello zoo che però, dopo quattro anni, è ancora operativo. Così, nonostante più della metà di coloro che lo hanno visitato lo definiscano pessimo, lo zoo del sesto e settimo piano del centro commerciale, va avanti come nulla fosse. Come la malinconia di Bua Noi che continua la sua vita solitaria ignorando tutto e tutti. Sognando quella foresta che non ha mai visto e che, forse, non vedrà mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma