Vaccino anti Covid agli animali, allo zoo di New Orleans si parte con scimmie e tigri: «Ma è diverso da quello per gli umani»

Vaccino anti Covid agli animali, allo zoo di New Orleans si parte con scimmie e tigri: «Ma è diverso da quello per gli umani»
di Simone Pierini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Ottobre 2021, 10:34 - Ultimo aggiornamento: 10:46

Uno degli zoo più famosi degli Stati Uniti ha iniziato a somministrare il vaccino anti-Covid alle scimmie, poi sarà il turno delle tigri e delle lontre. Dopo di che, il suo intero parco animali verrà immunizzato. Come riporta Newsweek il celebre Audubon Zoo di New Orleans ha iniziato a vaccinare i primati questa settimana, a cominciare dagli orango e dai gorilla. I prossimi saranno la famiglia dei gatti e dei mustelidi, animali più piccoli ma carnivori come tassi, lontre, donnole, furetti, ghiottoni e visoni. Quindi, sarà la volta di tutti gli altri mammifero che potrebbe contrarre o diffondere il virus. Il vaccino somministrato a questi animali è stato approvato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.

Vaccino agli animali: diverso da quello degli umani

«Questo non è lo stesso vaccino che è stato approvato per l'uomo come uso di emergenza», ha affermato Bob MacLean, veterinario senior per lo zoo di Audubon. «Questo è un vaccino con una tecnologia diversa sviluppata per gli animali». «La maggior parte dei nostri animali che vogliamo vaccinare sono addestrati per le iniezioni comportamentali, quindi non dovremmo anestetizzare nessuno, ha aggiunto MacLean. I dipendenti dello zoo che lavorano con gli animali spesso lavorano per sviluppare tratti per renderli più a loro agio con le vaccinazioni. Che cosa significa? Ad esempio, un primate arriverà al bordo della sua gabbia e inclinerà una spalla verso l'interno».

«La salute e la sicurezza dei nostri animali è la nostra massima priorità. Abbiamo sicuramente animali che sappiamo essere suscettibili al Covid. Abbiamo utilizzato mascherine e distanze dove abbiamo potuto con tutti i nostri animali più a rischio». Finora non ci sono stati casi allo zoo di Audubon, secondo MacLean.

Il vaccino sviluppato dopo un caso in un cane

Il vaccino anti Covid per gli animali è da tempo in fase di sviluppo ed è stato realizzato da Zoetis Inc. Si tratta di un vaccino per animali domestici che è stato sperimentato dopo che un cane di Hong Kong è risultato positivo al virus  lo scorso anno. «Sebbene non ci siano studi a lungo termine da quando il virus è emerso meno di due anni fa, lo sviluppo di Zoetis ha dimostrato che il vaccino è sicuro e ha una ragionevole aspettativa di efficacia nel montare una risposta immunitaria negli animali», ha detto MacLean a nola.com. «È molto importante per noi proteggere i nostri animali dal Covid e dalla variante Delta», ha aggiunto MacLean. «Abbiamo valutato la letteratura scientifica sulla suscettibilità animale durante la pandemia e siamo ansiosi di proteggere i nostri animali».

Simone Pierini

© RIPRODUZIONE RISERVATA