Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Stepan, il gatto da 1 milione di follower in fuga dalle bombe in Ucraina: «La guerra a casa nostra»

Stepan, il gatto da un milione di follower in fuga dalle bombe in Ucraina: «La guerra a casa nostra»
di Ebe Pierini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Marzo 2022, 20:19 - Ultimo aggiornamento: 22 Marzo, 09:22

Stepan ha quattro zampe, gli occhi verdi, il pelo morbido e grigio e oltre un milione di followers su Instagram.  I molti seguaci di questo splendido gattone si erano preoccupati molto per la sua assenza dai social per qualche giorno ma è stato lui stesso, attraverso il suo seguitissimo profilo, a spiegare cosa è accaduto. Stepan vive a Kharkiv, in Ucraina. A renderlo famoso aveva contribuito, lo scorso anno, anche la cantante Britney Spears  che aveva pubblicato una sua foto collezionando oltre 1,2 milioni di like. Ora però la guerra ha raggiunto anche la città dove vive il dolcissimo felino ed è stato proprio lui, con un post sul suo profilo Instagram a raccontare cosa è accaduto.

Stepan, il gatto da un milione di follower in fuga dalle bombe in Ucraina

La mattina del 24 febbraio il gatto e la sua famiglia stavano dormendo a casa quando, alle 5 del mattino, si è udita qualche esplosione. In un primo momento non hanno  capito cosa fosse. Mezz’ora dopo ci sono state altre esplosioni ed i vetri hanno tremato. Si sono svegliati ed hanno capito che stava succedendo qualcosa di terribile: Kharkiv, specialmente sulla Saltovka settentrionale dove loro vivevano, era sotto bombardamento. «Ci siamo accorti che la guerra era arrivata a casa nostra» scrive Stepan. Le bombe hanno colpiscono le case vicine ma, per miracolo la casa della sua famiglia è rimasta al sicuro per una settimana. L’ottavo giorno è stata danneggiata e due bombe sono cadute nel  cortile di casa. Hanno trascorso due notti in cantina e sono rimasti senza corrente elettrica per una settimana. Poi, finalmente, Stepan e i suoi cari sono riusciti a lasciare la città. I volontari di Kharkiv li hanno aiutati accompagnandoli alla stazione ferroviaria. Sono saliti sul treno Kharkiv – Lviv e, solo dopo 20 ore sono arrivati a destinazione. Da lì hanno raggiunto il confine con la Polonia assieme ad altre 4– 5.000 persone. Dopo 9 ore hanno superato il confine. Una volta giunti in Polonia è stato loro offerto l’aiuto della World Influencers and Bloggers Association di Monaco che li ha aiutato ad arrivare in Francia.

Ora Stepan e la sua famiglia stanno bene. Sono molto preoccupati per i loro parenti in Ucraina. Il sogno è quello di ritornare quanto prima nel loro Paese quando taceranno le bombe. Come Stepan, in questi giorni di assurda guerra, migliaia di animali sono fuggiti dalle loro case assieme alle famiglie con le quali vivono e che non hanno voluto abbandonare i loro amici a quattro zampe condannandoli ad una morte certa. Uniti dall’amore e dalla speranza di salvarsi insieme per poi tornare a casa, dove hanno lasciato il cuore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA