Torquato, l'agnello salvato dal macello che crede di essere un cane

Mercoledì 12 Giugno 2019 di Remo Sabatini
3
Torquato, l'agnello salvato dal macello che crede di essere un cane (foto pubblicate su Facebook da Emy Ponzini)

Questa è la storia di Torquato. Lui non lo sa ma è un agnello. Vive felice, insieme ad una ventina di cani, con la sua nuova padroncina che gli ha salvato la vita. La storia di Torquato era iniziata nel peggiore dei modi. Era stato ritrovato nelle campagne di Carmiano, piccolo centro in provincia di Lecce, stremato e con le zampe legate, come fosse stato lasciato lì da qualcuno in attesa di essere macellato. Eravamo alla vigilia di Pasqua e, probabilmente, il povero agnellino avrebbe fatto una brutta fine se non fosse stato per le guardie ecozoofile dell'Enpa che lo avevano recuperato, salvandolo da morte certa. Subito affidato ad una volontaria, Emy Ponzini, autrice delle immagini che pubblichiamo, il piccolo agnellino era divenuto immediatamente parte della famiglia. Una famiglia, tra l'altro, più che affollata vista la presenza di una ventina di cani che la Ponzini, cura con amore.

Testa di lupo di 40 mila anni fa scoperta in Siberia, mondo scientifico sbalordito

Così, tra una poppata e l'altra e un mare di attenzioni e coccole, l'agnellino, ribattezzato Torquato, continuava a crescere in compagnia della sua nuova famiglia. Curioso e particolarmente interessato anche agli altri animali della sua nuova casa, aveva iniziato dormire con loro. Tanto che, dopo qualche settimana, sembrava diventato un cane anche lui. Ormai inseparabili, i cani e Torquato, avevano dato vita ad una allegra combriccola che avrebbe dato un gran da fare alla loro padrona, comunque felicissima per l'arrivo del suo nuovo e particolare inquilino. Nel frattempo, anche quell'affido che sarebbe dovuto essere momentaneo, si era prolungato. Così, per la gioia di tutti, di Emy ormai innamorata anche dell'agnello, dei cani che avevano un nuovo amico e di Torquato che, finalmente, aveva trovato una casa, la festa sarebbe continuata, con l'immagine di quell'agnellino, legato e spaurito, di tanto tempo fa, dimenticata.

Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 09:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Davide si è inventato un lavoro: proteggere i gatti sui balconi di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma