Terremoto Turchia, il dramma delle migliaia di animali sepolti dalle macerie e il gatto salvato per miracolo

Le associazioni: "È tempo di unirsi per salvare più persone e animali possibile".

Il gatto miracolosamente salvato nella città di Diyarbakir (immag social diffuse da Haytap-Animal Rights Federation in Turkey)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Febbraio 2023, 14:25

Gli animali scomparsi non si contano. Sì perché il terribile terremoto che ha devastato Turchia e Siria, oltre a colpire le persone, ha spazzato via anche migliaia di animali che, domestici e non, non si trovano più. Sepolti sotto le macerie o, nella migliore delle ipotesi, fuggiti chissà come, chissà dove, anche per loro è immediatamente partita la  gara di solidarietà per cercare di trovarli e metterli in salvo. Come sta facendo sin dalle prime ore la Haytap-Animal Rights Federation in Turkey di Istanbul che ha diffuso le drammatiche immagini del salvataggio di un gatto che proponiamo, che ha del miracoloso.

Sì perché stando a quanto ricostruito e come documentato dal filmato diffuso dal Daily Sabah, il povero gatto, letteralmente sepolto dalle macerie di quello che forse era il palazzo dove abitava, è rimasto illeso. Il salvataggio è avvenuto poche ore fa nella città di Diyarbakir, nota località situata lungo le sponde del fiume Tigri nel sudest della Turchia.

Neonato partorito sotto le macerie del terremoto in Siria, ma la mamma muore

Un miracolo che le associazioni impegnate in queste ore sui luoghi della tragedia, sperano si possa ripetere all'infinito. Da qui l'appello l'appello di Haytap ad aiutare e partecipare ai soccorsi. "Stiamo arrivando sui territori colpiti dal terremoto. Cercheremo di raggiungere più persone e animali possibile". E poi, "Chi volesse unirsi a noi, è pregato di portare il proprio power bank, un sacco a pelo e una coperta". Già, perché per i miracoli, in fondo, non serve poi chissà che cosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA