Giornata mondiale delle tartarughe marine: anche droni, bici e vele per monitorare le coste

Domenica 16 Giugno 2019
Si celebra oggi 16 giugno la Giornata Mondiale delle tartarughe marine. E la bella notizia è che negli ultimi cinque anni è calato il numero di tartarughe catturate o uccise accidentalmente dai pescatori professionisti nel Mediterraneo, grazie a una campagna di sensibilizzazione che ha spinto i pescatori ad adottare sistemi non pericolosi per i rettili. Lo rivela il progetto TartaLife. formato da Ue, Ministero dell'Ambiente, Regioni costiere e Cnr.

Molti gli ambientalisti attivi su questo fronte: dall'inizio di giugno più di cento fra operatori e volontari del Wwf sono sulle spiagge di Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia e Toscana per individuare e mettere in sicurezza i nidi delle tartarughe marine. Quest'anno, oltre al progetto Life Euroturtles, che per il terzo anno si svolge in collaborazione con altri cinque paesi del Mediterraneo, è stato avviato TartAmar Calabria, che prevede il monitoraggio delle coste dell'alto Tirreno e Ionio cosentino, non solo attraverso il pattugliamento mattutino delle spiagge, ma anche mediante l'uso di droni, bici elettriche e, in via sperimentale, anche con una vela a motore. Stanno inoltre per partire anche i campi di volontariato Wwf, che prevedono attività di salvaguardia delle tartarughe marine nei centri di Policoro, Torre Guaceto, Torre Salsa, Crotone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vita spericolata di una mamma quando i figli sono in vacanza

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma