Tartaruga dal guscio molle verso l'estinzione: morto a 90 anni uno degli ultimi esemplari

Lunedì 15 Aprile 2019 di Simone Corbetta
Tartaruga dal guscio molle verso l'estinzione: morto a 90 anni uno degli ultimi esemplari

E’ morto uno degli ultimi esemplari di tartaruga dal guscio molle gigante dello Yangtze (Rafetus swinhoei), una delle più rare al mondo.

L’animale – una femmina di oltre novant’anni - era uno dei quattro ancora in vita e si trovava nello zoo di Suzhou, nella provincia di Jiangsu, nella parte orientale della Cina.

Il personale specializzato dello zoo ha tentato di inseminarla artificialmente, per la quinta volta, poco prima di morire. Inizialmente non ci sono stati segni di malessere per la tartaruga, la cui salute è poi peggiorata. Sono in corso gli accertamenti per determinare le cause della morte. Il tessuto ovarico è stato raccolto per ricerche future.

Queste tartarughe di acqua dolce sono originarie del Vietnam e della Cina. Un esemplare maschio, ultracentenario, è ancora presente nello zoo cinese, mentre altri due, di cui non si conosce il genere, vivono in Vietnam, in libertà.

La specie è gravemente minacciata a causa della distruzione del proprio habitat naturale, della pesca incontrollata e della caccia per consumo locale. Il suo carapace e le sue ossa erano usate in medicina.

Gli esemplari di Rafetus swinhoei possono anche superare il metro di lunghezza ed i settanta centimetri di larghezza. Il peso è compreso fra i settanta ed i cento chilogrammi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma