Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tartaruga gigante albina nasce in un piccolo zoo svizzero: «È la prima volta al mondo»

La piccola tartarughina gigante delle Galapagos albina appena nata (immag diffuse da Tropiquarium de Servion su Fb)
di Remo Sabatini
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 8 Giugno 2022, 14:55 - Ultimo aggiornamento: 9 Giugno, 19:08

A guardarla, a fianco alla gigantesca mamma, viene da chiedersi se non sia venuta da un'altro pianeta. Sì perché al di là delle dimensioni, più che naturali vista la schiusa avvenuta pochi giorni fa, a colpire è il colore. Un giallino chiarissimo e delicato, tipico dell'albinismo, che ha lasciato di stucco tutti, medici e studiosi.

Roma, paura per una tartaruga azzannatrice catturata in un condominio: il suo morso può provocare ferite gravi

Tartarughe marine uccise a colpi di machete sull'isola francese: la denuncia di Sea Shepherd

La protagonista di questo rarissimo fenomeno è una piccola tartarughina gigante delle Galapagos che, nata pochi giorni fa al Tropiquarium de Servion, piccolo zoo della omonima cittadina elvetica del Canton Vaud a nord di Losanna, ha suscitato interesse da parte di studiosi e appassionati di mezzo mondo. «Incredibile nascita al Tropiquarium. Abbiamo avuto la sorpresa di un cucciolo albino tra le nostre tartarughe giganti delle Galapagos. Un fenomeno mai visto negli zoo e in natura». Questo, il commento a caldo di un portavoce della struttura diffuso, assieme alle immagini che proponiamo, immediatamente dopo la schiusa delle due uova che avevano portato alla luce due cuccioli.

Il fenomeno raro

«Una è nera, come i genitori, era stato sottolineato, l'altra è bianca albina». Una "stranezza" che comunque è stata accolta con entusiasmo. Gli esemplari detenuti al Tropiquarium, è stato ribadito, fanno parte di un programma di conservazione e le nascite, soprattutto quando interessano animali in pericolo di estinzione, sono fonte di studio e soddisfazione. Se poi si tratta di animali con segni particolari, come la tartarughina albina, la pubblicità che può derivarne risulta assai gradita. "È la prima volta al mondo". L'albinismo, infatti, è un fenomeno molto raro nelle tartarughe.  Si pensi che, mediamente, interessa un individuo su 100mila. Anche l'uomo, come è noto, può essere colpito da tale fenomeno. In questo caso  e su scala mondiale, si calcola che possa interessare un individuo su circa 19mila. La Tartaruga gigante delle Galapagos (Chelonoidis niger) come evidenziato dal nome che porta, è un vero gigante. Timida, può arrivare a superare il metro e mezzo di lunghezza e pesare oltre tre quintali. Leggendarie, poi, le storie che raccontano della sua aspettativa di vita che, in ogni caso, sfiora i due secoli. Anche su quest'ultimo punto la scienza si interroga. L'esemplare albino appena nato, può sperare di arrivare a vivere tanto? Mai come in questo caso l'attesa per la risposta potrebbe risultare a dir poco sfiancante. 

Zecche, rischio per cani e gatti. Il veterinario: «Ecco i sintomi e come toglierle (usando l'olio)»

© RIPRODUZIONE RISERVATA