È morta Alagba, la tartaruga più anziana di tutta l'Africa: era considerata sacra

Venerdì 4 Ottobre 2019
È morta Alagba, la tartaruga più anziana di tutta l'Africa: era considerata sacra

Trecentoquarantaquattro anni. A scriverlo in lettere sembra uno scioglilingua, tanto è lungo. E pensare che è il tempo che ha passato su questa terra Alagba, la tartaruga più longeva di tutta l'Africa, morta giovedì scorso. Considerata una figura sacra, quasi mitologica per le presunte proprietà curative che le erano attribuite, si è spenta nella casa di Oba Oladunni Oyewumi, il capo di Ogbomoso, dove l'animale viveva da sempre.

LEGGI ANCHE E' nata una femmina di cammello al Bioparco:«Benvenuta Prisca!»
LEGGI ANCHE L'animale domestico vivente più vecchio del mondo ha 121 anni, è la tartaruga Tommy

Secondo la tradizione locale, Alagba era arrivata a Ogbomoso quando il villaggio, ormai una città da 245mila abitanti, era composto da poco più di qualche capanna, ai tempi del suo terzo capo, Isan Okumoyede. Diventata una celebrità, attirava turisti e curiosi da tutta l'Africa. Mr Toyin Ajamu, il segretario di Oyewumi, ha detto: «Alagba vivrà qua ancora per secoli a venire. Alagba aveva due membri dello staff del palazzo solo per lei. La nutrivano, la curavano, la aiutavano». Alagba, che è morta per le complicazioni dovute a una comune malattia, sarà con molta probabilità imbalsamata e conservata come se fosse un «documento storico». 

LEGGI ANCHE Tikiiri, l'elefantessa malata adesso è in pericolo di vita
LEGGI ANCHE Morto l'orso polare Yupik, costretto a vivere 25 anni al caldo in Messico

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma