Sigaretta elettronica ingoiata dal cormorano dello zoo che muore intossicato. È polemica.

La sigaretta elettronica radiografata all'interno del cormorano. (Foto diffuse su Fb da Wellington Zoo)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Giugno 2021, 14:49

Lo avevano trovato a terra. Debole e emaciato, quel povero cormorano aveva bisogno di cure, e subito. E così era stato, anche se, alla fine, quei soccorsi sarebbero risultati vani. L'increscioso incidente che ha ucciso un cormorano, è accaduto allo zoo di Wellington, in Nuova Zelanda, e sta suscitando polemiche. Si perché ad uccidere l'uccello, un marangone dal ciuffo, appartenente alla famiglia dei cormorani, non è stata una zuffa con un altro esemplare e nemmeno una malattia ma una sigaretta elettronica gettava via. Sì, per quanto incredibile possa sembrare, il giovane cormorano doveva averla scambiata per qualcosa di appetitoso.

Tanto che, in un sol boccone, l'aveva ingerita. A scoprire l'inaspettata quanto micidiale sigaretta nel suo stomaco, l'equipe del SPCA Wellington Center (The Society for the Prevention of Cruelty to Animals Incorporated) dopo l'endoscopia di rito. A quel punto, una volta recuperato il corpo estraneo, non era rimasto altro che aspettare e sperare. Speranza che, però, sarebbe andata in frantumi la notte successiva quando il cormorano, ormai avvelenato dalla nicotina e dalle altre sostanze rilasciate dalla sigaretta, è morto. «Purtroppo, ha commentato un portavoce dello zoo, vediamo animali con questo tipo di problemi regolarmente. Si deve capire che gli animali possono scambiare i nostri rifiuti per cibo». Come accaduto al povero cormorano. Morto per colpa di qualcuno che ha abbandonato la propria sigaretta elettronica trasformandola così, in un'arma.

La tartaruga gigante considerata estinta da 100 anni vive ancora in un'isola delle Galápagos

C'è un'isola Covid free: la Maggiore sul Lago Trasimeno, è abitata da 15 persone

© RIPRODUZIONE RISERVATA