L'orso M49 in fuga, immortalato da una fototrappola: è nei boschi della Marzola

Martedì 16 Luglio 2019
1
L'orso M49 in fuga, immortalato da una fototrappola: è nei boschi della Marzola

Alle 9.29 di questa mattina una fototrappola ha immortalato l'orso M49. La conferma arriva dalla documentazione fotografica che ritrae il plantigrado dopo la sua fuga dal recinto del Casteller. In zona - i boschi della Marzola (tra Trento e i laghi di Levico e Caldonazzo) - è già presente il personale forestale attivato immediatamente dopo l'evento per assicurare monitoraggio, presidio territoriale e informazione.

Orso M49, catturato e subito fuggito. Scontro ministro-provincia: «Non gli sparate»

«È stato avvistato sul monte Marzola, l'orso M49». Così all'Adnkronos il governatore della provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti. L'orso era stato catturato due giorni fa sui monti della val di San Valentino, nel territorio di Porte di Rendena e dopo poche ore era scappato dall'area faunistica del Casteller, a Trento Sud, riuscendo a scavalcare le recinzioni elettrificate.
 

 

«Abbiamo diverse fotografie che testimoniano la presenza dell'orso sul monte sopra l'are faunistica dalla quale è scappato - aggiunge Fugatti - intanto oggi l'Ispra è venuta a ispezionare il recinto, sono in corso le verifiche sul sito».

 

Ultimo aggiornamento: 16:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma