“Orso” preso a fucilate: colpito il cartello del Parco che invita gli automobilisti a rallentare

Martedì 27 Agosto 2019 di Remo Sabatini
Il cartello preso a fucilate. (immagine pubblicata da Riserva Monte Genzana)

I cartelli erano stati installati soltanto pochi giorni fa. Invitavano gli automobilisti a rallentare per la presenza di fauna selvatica. Nel territorio della Riserva Monte Genzana, a due passi da Pettorano sul Gizio, in Abruzzo, orsi e lupi, sono di casa e la velocità può risultare un grave pericolo per gli animali che si avventurano lungo quelle strade, soprattutto nelle ore notturne.

Orsa investita e uccisa da camion pirata in Molise. «Morta dopo mezz'ora di agonia»

Evidentemente, però, qualcuno non doveva aver gradito. Cosi ha pensato bene di prendere il fucile e fare fuoco. E allora, ecco il risultato. Con uno dei cartelli che, preso di mira, è stato colpito dalla rosa dei pallini e che, dal momento della scoperta, sta facendo discutere non poco.
 

Un atto intimidatorio o un gesto ispirato da un momento di follia? Al momento, mentre le indagini dei carabinieri sono in corso, non è dato saperlo. Rimane lo sdegno della cittadinanza di quel territorio e lo sconcerto del direttore dell'area protetta Antonio Di Croce, che ha dichiarato: "Fa tristezza constatare che a qualche balordo, quei cartelli non sono piaciuti, così come, evidentemente, non apprezza gli orsi". Sarebbe bastato scriverlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA