Non fa curare il cane malato: la Cassazione condanna il padrone a 10mila euro di multa

Giovedì 23 Maggio 2019
Non fa curare il cane malato. Cassazione: condannato a una multa di 10mila euro

Non aveva portato la sua cagnolina dal veterinario nonostante fosse evidente che non stesse bene: le sue mammelle erano tutte ulcerate. Per questo motivo, la Cassazione ha confermato la multa da 10mila euro per il reato di maltrattamento di animali a carico del padrone.
L'imputato, Attilio C. di 42 anni, 
si è difeso dicendo che non era colpa sua se la cagnetta aveva sviluppato dei tumori. A lui - questo ha sostenuto il suo legale - si poteva rimproverare la «trascuratezza» ma non la «volontà di cagionare una sofferenza e una malattia al cane». Ma per la Corte suprema questa versione non ha retto: chi ha un animale non può dimenticare di farlo curare altrimenti rischia processo e condanna.

LEGGI ANCHE Vietato macellare cani e gatti, la proposta dei Cinquestelle

Luna, il nome della cagnolina di razza mista, era stata trovata dagli operatori del canile di Modena «vagante ed in pessime condizioni di salute». Presentava tumori mammari di grosse dimensioni e ulcerati, dermatite in varie zone del corpo, calli da decubito e artrosi agli arti posteriori e anteriori. Per i giudici, il proprietario Attilio C le aveva «cagionato notevoli sofferenze tanto da rendere necessario un immediato intervento chirurgico; la malattia del resto era presente da molto tempo».

LEGGI ANCHE Chiude gattino in un sacco e lo getta nel fosso: 17enne fermato, stava per fare lo stesso ad altri 4 cuccioli

Confermando la sentenza della Corte di Appello di Bologna, la Cassazione ha anche condannato il padrone a donare 2500 euro all'associazione animalista Anpana, costituitasi parte civile a tutela di Luna, oltre a pagare le spese legali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma