Negozi di dischi e case con carta da parati: in Svezia nasce la "città dei topi"

Sabato 12 Settembre 2020 di Giampiero Valenza

Sono ad altezza topo lungo le strade della città. A Lund, in Svezia, il gruppo di attivisti di Anonymouse sta creando sui marciapiedi piccole case con tanto di cartelli, luci al neon, arredi con carta da parati. Tutto è realizzato grazie a materiali riciclati: le sedie sono fatte con i tappi da champagne, gli armadi sono vecchie scatoline di cartone. Nello studio medico un lettino è fatto con una scatola di sardine e, alle pareti, ci sono le immagini degli animali con le diverse parti anatomiche.

Pitone di 62 anni depone 7 uova senza aver contatti con un maschio da 15 anni. Ecco come è possibile

A Lund sono circa 26 le casette costruite, tra cui quella del negozio di dischi "Ricotta records" di Nygatan Street, dove appaiono i riferimenti a "Mouzart" e ad "Amy Winemouse".  Ma il successo degli attivisti ha già toccato altre città della Svezia, Bayonne, in Francia e l'isola di Man, nel Regno Unito.

A causa della crisi dettata dal Covid, gli Anonymouse hanno voluto far rispettare, anche nella farmacia in miniatura, le regole del distanziamento sociale. Così invitano i topolini a eseguire il "lavaggio delle zampe" e a rispettare le distanze. 

Su Instagram le loro immagini sono diventate virali: 140 mila i follower per scatti di una città a misura di topini.

Ultimo aggiornamento: 13:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA