ULTIMA ORA

«Specie aliene mangiafoglie», mufloni del Giglio a rischio uccisione. Enpa e Lav: «Ci sono soluzioni alternative»

Sabato 6 Marzo 2021 di Remo Sabatini
«Specie aliene mangiafoglie», mufloni del Giglio a rischio uccisione. Enpa e Lav: «Ci sono soluzioni alternative»

Gli ultimi mufloni dell'Isola del Giglio rischiano di essere abbattuti. Dopo quelli dell'Elba, infatti, nel mirino dell'Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, sono finiti i 40 esemplari rimasti nell'isoletta del Grossetano. Tra le accuse rivolte agli ungulati, quella legata alla loro dieta che prevede piante erbacee, foglie e arbusti.

Il muflone, va precisato, non è una specie autoctona dell'isola. Introdotta negli anni '50 si è perfettamente integrata in quell'ambiente, riproducendosi fino ad arrivare, negli ultimi anni, ad arrivare ad essere considerata "aliena" e invasiva. Tutto, nonostante il piano di contenimento previsto nel progetto Life "Let's Go Giglio" che, finanziato dall'Unione Europea, è attuato dell'Ente Parco.

 

Gattini abbandonati sulla nave che affonda: così i marines della Thailandia li hanno salvati Video

Coccodrillo divora un bambino sotto gli occhi del padre: orrore in un fiume in Indonesia

 

 

 

Animalisti

 

 

Cosi, mentre la vita dei mufloni isolani sembra ormai appesa a un filo, a difenderli si sono mobilitate le associazioni animaliste. È infatti di queste ore, uno dei comunicati stilati da Enpa e Lav dove si chiede di salvare la vita dei mufloni cercando soluzioni alternative. "I mufloni del Giglio, scrivono, vivono sull'isola da tantissimi anni. Tanto che, ormai, gli stessi residenti li riconoscono parte integrante del territorio.  Anche per questo, viene sottolineato, riteniamo inaccettabile che vengano considerati specie alloctona, un pretesto, quest'ultimo, che serve per sterminarli".

Nel frattempo, l'Ente Parco si è detto disponibile a cedere gli animali a chi li vuole salvare "purché a spese proprie". Spese in ogni caso difficilmente sostenibili per associazioni che, diversamente dagli enti pubblici, non godono di finanziamenti statali. Così, mentre Enpa e Lav dichiarano di volersi appellare anche all'Unione Europea, il presidente del Parco Giampiero Sammuri, ha tenuto a precisare che: "I mufloni vanno rimossi dall'Isola. È specie aliena e invasiva".

Ultimo aggiornamento: 19:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA