La Cina schiera 100mila anatre contro l'invasione delle locuste

Sabato 29 Febbraio 2020 di Remo Sabatini
Invasione delle locuste. La Cina si prepara a combatterle schierando 100mila anatre (immag pubbl da Il Messaggero)
La Cina, già alle prese con l'emergenza Coronavirus, si prepara a fronteggiare un'altra insidia: le cavallette. I giganteschi sciami composti da miliardi locuste infatti, dopo aver messo in ginocchio diverse regioni di Paesi del Corno d'Africa dove hanno devastato colture e vegetazione, riducendo alla fame milioni di persone, si stanno spostando vero il Medioriente. Formatisi per effetto della crisi climatica che ha fatto proliferare all'inverosimile le locuste, gli sciami, capaci di percorrere oltre 150 chilometri al giorno, potrebbero arrivare nel territorio cinese nel giro di poche settimane. Per questo, le autorità si preparano a fronteggiare la nuova emergenza utilizzando un'arma del tutto naturale, le anatre.

Sì perchè è di queste ore la notizia dell'allestimento di un vero e proprio "esercito" di anatre composto da non meno di 100mila esemplari che verrà inviato nelle prossime settimane in Pakistan, prima che le cavallette riescano a raggiungere la provincia cinese di Xinjiang. Come mai si è pensato alle anatre? La risposta è nella voracità stessa dei volatili che riescono a mangiare più di 200 locuste al giorno. Una cifra enorme che ha permesso di escludere l'utilizzo di quasiasi pesticida. L'uso delle anatre per combattere le voracissime locuste, non è una novità. Già nel 2000, la Cina utilizzò con successo 30mila anatre per fronteggiare un allarme simile.  Ultimo aggiornamento: 07:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA