Imbarco al cane negato. I proprietari lo legano al palo e partono lo stesso. La drammatica storia di Kola

Kola, il cane abbandonato all'aeroporto newyorchese (immag diffuse da New York Bully Crew e Pet Rescue Report)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 17:23

Lei si chiama Kola ed è uno splendido esemplare di Husky di quattro anni trovato legato ad un palo all'addiaccio, fuori dal terminal del JFK Airport di New York. Già, ma cosa ci faceva e soprattutto, come ci è arrivata? Se lo sono chiesti i passeggeri in transito e soprattutto la polizia che, dopo aver aspettato inutilmente i proprietari, l'hanno recuperata e allertato i soccorsi. Sì perché Kola, non è stata dimenticata ma semplicemente abbandonata. Il motivo? Stando alle cronache locali e alla New York Bully Crew, l'organizzazione chiamata ad intervenire dalla polizia che ha diffuso le immagini che pubblichiamo, i proprietari si sarebbero accorti soltanto al check in di non avere la documentazione necessaria per l'imbarco del cane.

Così, senza pensarci due volte, sono usciti dall'aeroporto, hanno legato il cane ad un palo, "tanto qualcuno se ne accorgerà", e sono partiti per quello che deve essere stato un viaggio davvero importante. "Shame on this family!", hanno commentato I soccorritori che, una volta soccorsa la povera cucciolona, insieme all'associazione Animal Care Centers di Brooklyn si stanno dando da fare per farla adottare da una famiglia più degna di quella che l'ha abbandonata a sé stessa. Le autorità, infatti, hanno già dato il via libera e, mentre la polizia indaga, Kols potrebbe trovare presto una nuova casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA