Miagola davanti casa e lo sveglia: gatto ucciso con un fucile. «Davanti alla mia porta non voglio chiasso»

Miagola davanti casa e lo sveglia: gatto ucciso con un fucile. «Davanti alla mia porta non voglio chiasso»
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Febbraio 2021, 17:46

La sua unica colpa è stata di quella di miagolare di fronte alla casa sbagliata. Una colpa che, quel povero gatto, ha pagato con la vita finendo impallinato. L'incredibile vicenda è accaduta a Catania dove l'animale è stato preso di mira da un fucile che lo ha lasciato stecchito sull'asfalto. Il fatto, già al vaglio degli inquirenti è stato, almeno in parte, documentato da alcune immagini riprese da un uomo che, imbracciando quello che sembra un fucile di precisione dotato di binocolo, ha filmato il gatto appena ucciso commentando la macabra scena. "Quando di giorno ti svegli con la "mala", i gatti cominciano a cascare".

E poi, "questo è un segno, davanti alla mia porta, chiasso (eufemismo, ndc) non ne voglio". Il video, già nelle mani della procura, è agli atti dell'inchiesta "Minecraf" della Dda di Catania e sarebbe una delle prove che dimostrano la disponibilità di armi del clan Cappello-Bonaccorsi. Al momento non è ancora chiaro se il filmato, sia stato trovato nel telefono cellulare di un esponente del clan o sia stato pubblicato sui social.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA