Drago di Komodo esce dal mare con la testa nel guscio di una tartaruga

Sabato 16 Novembre 2019 di Remo Sabatini
Le incredibili immagini del Drago di Komodo con la testa infilata nel carapace della tartaruga appena cacciata. (immagini pubblicate su Fb da Kantor Balai Taman Nasional Komodo-Komodon National Park)

Sulle prime, guardando quelle incredibili immagini, sembra di avere a che fare con una specie di fotomontaggio.
Tanto che, almeno per i primi secondi del breve filmato, non è affatto chiaro di che razza di animale si tratti. Poi, quella strana testa, prende forma e la storia è svelata. Quello che è stato catturato dalla videocamera di Kons Muga, guida naturalistica del Komodo National Park, è un evento più unico che raro. Non è affatto facile infatti, riuscire a riprendere un Drago di Komodo che caccia e mangia una grossa tartaruga marina. La scena, diffusa sui social dal Kantor Balai Taman Nasional Komodo, è inquitante e bizzarra allo stesso tempo. Il grosso lucertolone che arriva dal mare con la testa infilata nel carapace della povera tartaruga, il compagno di merende che lo aspetta affamato, e la testa del drago che viene fuori da ciò che rimane della povera tartaruga, la dicono lunga sulla pericolosità di un animale che ha ispirato leggende e storie di draghi. E allora, mentre i due varani si godono il banchetto, la lista delle prede da inserire nel menù della lucertola più grande del pianeta (può superare i due metri e mezzo di lunghezza) si allunga. Dopo bufali, cervi e cinghiali, ecco le tartarughe. Carapace escluso. 

<iframe src="https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FKantorBalaiTamanNasionalKomodo%2Fposts%2F2559156864176074&width=500" width="500" height="714" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allow="encrypted-media"></iframe>

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma