CORONAVIRUS

Coronavirus. Il delfino rimane da solo nella vasca per l'emergenza sanitaria e piange disperato. Le strazianti immagini in un video.

Giovedì 2 Aprile 2020 di Remo Sabatini
Il delfino rimane da solo per l'emergenza coronavirus e piange disperato. Le strazianti immagini. (immagini pubblicate da YouCare France su Fb)

Le immagini sono strazianti così come quel pianto che sembra non finire mai. Arrivano dal Milad Tower Delphinarium di Teheran, in Iran, dove una femmina di delfino di 5 anni, Kasya, è rimasta sola. Sugli spalti infatti, rimasti deserti per l'emergenza sanitaria seguita all'allarme Covid-19, le centinaia di sedie sono vuote, così come quella vasca che sembra una piscina, dove nuota da sola. E allora ecco quel pianto disperato che, diffuso sui social dall'associazione animalista francese YouCare France, arriva dritto al cuore.


Il delfinario di Rimini si trasforma. Diventerà un ospedale per le tartarughe

​Orche di Genova, morta anche la femmina: ora si teme per il maschio

Una richiesta disperata di aiuto che riempie di tristezza il silenzio di tutta quella sala immensa che oggi, agli occhi di Kasya, sembra farsi ancora più spettrale. Un pianto che sembra non trovare ascolto e per il quale l'associazione animalista francese, ha fatto partire una campagna internazionale di sensibilizzazione per cercare di salvarla prima che sia troppo tardi chiedendone il trasferimento in un santuario. Nel frattempo, per Kasya, la notte è divenuta uguale al giorno e i giorni sembrano non passare mai. Sola e triste, continua ad aspettare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani