Trevignano, cinghiale bloccato in un fosso rischia di morire. Gli animalisti: «È lì da tre mesi, aiutateci a salvarlo»

Il cinghiale rimasto bloccato nel fosso. (Immag e video diffusi da Animalisti Italiani Onlus su Fb e You Tube)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 5 Luglio 2021, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 16:38

Non è ancora chiaro come ci sia finito, quel che è certo è che non può rimanere lì in eterno. Questo, in due parole, l'appello rivolto alle istituzioni preposte da Animalisti Italiani Onlus che, dopo aver ricevuto una segnalazione, stanno cercando di liberare una femmina di cinghiale rimasta bloccata, probabilmente dopo essere scivolata, in un fosso nel comune laziale di Trevignano Romano, a due passi dal lago di Bracciano. «Siamo letteralmente indignati - hanno commentato poche ore fa gli animalisti sulla propria pagina social - Ogni qualvolta si tratta di vite appartenenti ad una specie diversa da quella umana, hanno sottolineato, le istituzioni preposte minimizzano e se ne lavano le mani».

Terni, abbattuto un cinghiale gigante. «Pesa oltre 200 chili, è il più grande di sempre»

Il cinghiale, ripreso anche in un filmato dai volontari della onlus, stando a quanto dichiarato dagli stessi, sarebbe lì addirittura da mesi ed è ancora vivo soltanto grazie all'intervento dei volontari che lo aiutano gettando nel fosso del cibo. Inutili, al momento, i tentativi di liberarlo tentati dagli animalisti. Anche e soprattutto per questo, continuano a rinnovarsi gli appelli alle istituzioni perché intervengano al più presto. Nel frattempo, la cinghialotta che appare ferita ad un occhio, nonostante tutto sembra godere di buona salute, in attesa di essere finalmente liberata così da poter tornare nei suoi boschi da dove è venuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA