Caserta, fermato traffico illecito di cuccioli di cane «chiusi nel bagagliaio in gabbie per polli»

L'auto è stata fermata al casello autostradale di Marcianise. L'uomo aveva acquistato gli animali in Friuli

Caserta_traffico_illecito_cuccioli_cane_cosa_è_successo
2 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Gennaio 2022, 12:12

Trentanove cuccioli di poche settimane, tutti di razza pregiata, trasportati in gabbie per polli e in pessime condizioni igienico sanitarie. É il traffico illecito che hanno scoperto i finanzieri della compagnia Pronto impiego di Aversa (Caserta) quando hanno fermato per un controllo un'auto al casello autostradale di Marcianise.

Gli animali, il cui valore è stimato in circa 100.000 euro, erano stipati nel bagagliaio dell'auto, chiusi in tre piccole gabbie per polli, inadeguate per la presenza di ferri sporgenti e arrugginiti che esponevano i
cani a sofferenza e grave pericolo, tanto da far ipotizzare nell'immediato il reato di maltrattamento di animali.

I cuccioli comprati in Friuli e destinati al mercato nero 


L'uomo alla guida dell'auto, originario di Napoli, interrogato dai militari ha confessato di aver prelevato i cuccioli in una località friulana da una persona dell'Est Europa, in precedenza contattato tramite il web, con lo scopo di «piazzarli» abusivamente sul mercato nero. L'uomo è stato segnalato alla Procura di Santa Maria Capua Vetere per traffico illecito e maltrattamento di animali.

Gli animali sono stati sottoposti alle cure del personale veterinario dell'Asl di Aversa e temporaneamente affidati a volontari, in attesa delle decisioni dell'autorità giudiziaria. Sono in corso indagini allo scopo di individuare eventuali ulteriori responsabili e ricostruire l'illecita rete di vendita. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA