Capretta al funerale: in testa al corteo segue il suo amato padrone e commuove il web

Lunedì 15 Aprile 2019 di Alix Amer
Capretta al funerale: in testa al corteo segue il suo amato padrone e commuove il web

Capretta al funerale: in testa al corteo funebre segue il suo amato padrone e commuove il web. La capretta piange sulla bara del padrone. Un’immagine straziante, ma anche il simbolo di una forte unione tra l’animale e l’uomo, che va anche oltre la morte. Stanno facendo il giro del web le foto della capra che segue il feretro del suo padrone lungo tutto il percorso del funerale senza mai esitare. Il fatto è accaduto sotto gli occhi sbalorditi degli abitanti del villaggio Albasarta, nella zona di Damietta, città e porto dell’Egitto.

Roma, «Mio marito ucciso dal cane, ma non posso seppellirlo»

​Si uccide a 19 anni sopravvissuta alla strage di Parkland: «In colpa per essere viva»
 

La bara portata a spalla dagli amici, dietro tutti gli abitanti della zona insieme alla capretta. Non si è mai allontana fino all’arrivo davanti alla tomba, è rimasta lì a presidiare la zona. «Era come se aspettasse il suo padrone», racconta un anziano. Da giorni faceva la spola tra la casa e la caserma dove lavorava il suo padrone Massoud al-Amir, un poliziotto ucciso da un gruppo terroristico mentre andava a lavoro. La figlia dell’agente ucciso, ha raccontato: «Mio padre si occupava della sicurezza di Damietta. La capretta lo seguiva ovunque era con noi da quando era nata, lo accompagnava anche al caffè. E pensare che il giorno in cui è stato ucciso era passato prima da lei per farla mangiare.

Dopo la tragedia, per tre giorni non ha voluto cibo. Poi si è presentata ai suoi funerali e come una persona si è messa a seguire la bara». Ora non vuole più stare nella stalla, la sua nuova casa è la caserma dove lavorava Massoud. «E così le forze di polizia della zona e colleghi di mio padre - aggiunge la giovane - si prendono cura di lei. Quando va al cimitero si ferma davanti la tomba di mio padre, poi si gira e torna nella caserma della polizia. Io spesso vado a trovarla li, gli porto il cibo che gli piace».

Ali Bassam, un abitante del villaggio, ha detto che il fenomeno di questa strana capra, è da studiare: «Dal giorno del funerale del suo padrone, ha iniziato a partecipare ai funerali di altre persone del villaggio. È davvero speciale».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’incubo di vivere per 34 ore sulla barella al pronto soccorso

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma