Fulmine colpisce un gregge e uccide 47 capre: pastore disperato (ma c'è chi lo sta aiutando)

Fulmine colpisce un gregge e uccide 47 capre: pastore disperato (ma c'è chi lo sta aiutando)
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Ottobre 2021, 14:04

Sono morte colpite da un fulmine 47 capre di un gregge appartente a un pastore di Forno, piccola frazione di Massa. La metà di tutti i capi bestiame di Rolando Alberti, giovane pastore con la passione per la poesia che ha visto così da un giorno all'altro dimezzare la sua primaria fonte di guadagni. Amici e conoscenti dell'uomo hanno quindi deciso di aprire una raccolta fondi online in suo sostegno.

La storia di Rolando Alberti

Figlio di generazioni di pastori, l'uomo da più di vent'anni ha fatto pascolare le sue capre sui monti delle alte Alpi Apuane.

«A causa di un incidente accaduto pochi giorni fa, adesso Rolando si trova a fronteggiare un momento particolarmente difficile», si legge nella pagina online della raccolta fondi. Quindi la spiegazione della vicenda: «Un fulmine si è abbattuto in alta montagna sul suo gregge, uccidendo ben 47 capre, circa la metà del totale». A decidere di pubblicare la richiesta d'aiuto un amico del pastore, Niccolò Medda.

Cane ucciso nel lago di Garda. «Per farlo affogare pietre legate al corpo». Ira social

«Le conseguenze sulla sua attività di produzione di latte e formaggio - aggiunge il promotore dell’iniziativa - sono gravissime, e vorrei in qualche modo aiutarlo a riacquistare almeno una parte delle bestie perdute, contando sulla generosità di chi lo conosce e anche di chiunque apprezzi l’importanza di chi continua a tramandare un lavoro millenario che è parte essenziale della cultura apuana».

L'altra vita del pastore-poeta

Rolando Alberti è conosciuto nella zona anche per aver composto una raccolta di poesie, «Estremamente magico», uscita nel 2013. Libro che ha ricevuto anche riconoscimenti ed è stato parzialmente tradotto in francese nel 2018.

Poiana impallinata dai cacciatori e gettata viva nei cassonetti, recuperata dalla Lipu muore per le ferite

© RIPRODUZIONE RISERVATA