Cani colpiti con i dardi elettrici e rubati per essere macellati: emergenza in Vietnam

Lunedì 14 Settembre 2020 di Remo Sabatini
Cani colpiti con i dardi elettrici e rubati per essere macellati: emergenza in Vietnam

Le immagini sono tremende. Diffuse da Fight Dog Meat, l'organizzazione animalista che si occupa di salvaguardia animale in Asia e Africa, mostrano il drammatico rapimento di un cane. Nel filmato, si vede un cagnolino che, legato di fronte alla sua abitazione, viene preso di mira da due balordi a bordo di una moto che si è fermata proprio di fronte. Pochi attimi e accade tutto. Mentre il guidatore tiene su di giri la moto, l'altro prende un'arma, probabilmente elettrica e, presa la mira, spara un dardo che immobilizza il povero cagnolino. Poi, con la bestiola a terra e immobile, scende dalla moto, lo prende con sè, risale e via.

Nelle terribili immagini, come fa notare sulla propria pagina social l'associazione, si vedono almeno altre due vittime dei due malviventi che, appese al manubrio e chiuse in quelle che sembrano sacche bianche, potrebbero essere state sparate e catturate poco prima. I due rapitori, infatti, sarebbero veri e propri banditi assoldati da chi, quei cani, li rivende a caro prezzo a ristoranti e privati. Il traffico di cani legato alla richiesta della loro carne è ancora molto attivo e redditizio in paesi come il Vietnam dove si calcola che, ogni anno, spariscano migliaia e migliaia di cani dalle abitazioni o dai negozi, specie se su strada, dei loro proprietari. Da qui l'appello di associazioni come Fight Dog Meat che, con la diffusione di immagini drammatiche come questa, chiedono la fine di questo traffico criminale e crudele che, nonostante le proteste internazionali, sembra non trovare fine.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA