I cani-bagnini sulle spiagge: garanzia di sicurezza per tutti

Martedì 13 Agosto 2019 di Marco Pasqua
1
I cani-bagnini sulle spiagge: garanzia di sicurezza per tutti

Ai più, i nomi di Eros e Mira diranno poco. Ma una ragazza di 14 anni e un coetaneo sicuramente non li dimenticheranno mai. I due cani, infatti, sono stati protagonisti di un salvataggio avvenuto sulla spiaggia di Ostia Ponente, domenica scorsa. Eros, che fa parte della Scuola italiana cani salvataggio (Sics), è riuscito a salvare la 14enne che non riusciva più a rientrare a causa del mare agitato. Stessa sorte per un altro ragazzino, in compagnia di un adulto: allo stremo delle forze, sono stati trainati a riva, con l’ausilio di un bagnino umano.

Palinuro, tragedia sfiorata: bambina di 8 anni salvata da cane eroe

Venezia, bimbo di 9 anni rischia di annegare per toccare una boa: salvato dai cani bagnini
 

Storie di salvataggi che documentano l’importanza di questi cani, come rileva Roberto Gasbarri, responsabile della Sics Centro-Meridionale: «Una presenza fondamentale, quella delle unità cinofile, per prevenire ogni possibile incidente soprattutto quando le spiagge sono affollate».

Nel Lazio le postazioni Sics sono 8 e operano quotidianamente con 20 unità, quasi sempre Labrador e Golden Retriever: 1 a Nettuno, 3 a Ostia Ponente, 2 sul litorale di Tarquinia, 1 a Spinicci un’altra a Pescia romana. Cani che, dopo una attenta formazione, possono contribuire a infondere in maniera determinante quella tranquillità che solo il migliore amico dell’uomo riesce a trasmettere. 
marco.pasqua@ilmessaggero.i

Ultimo aggiornamento: 12:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma