Il mistero del canguro avvistato nei boschi tra Siena e Arezzo. Le incredibili immagini riprese in un video

Venerdì 28 Agosto 2020 di Remo Sabatini
Il marsupiale avvistato alla diga del Calcione tra Siena e Arezzo e filmato da Alessio Sammicheli su Fb.

Un canguro si aggira nei boschi tra Arezzo e Siena? A confermare la singolare notizia, oltre al filmato che riprende il marsupiale nei boschi di Lucignano, piccolo centro della provincia di Arezzo, ci sarebbero le segnalazioni pervenute ai carabinieri di Arezzo e diversi residenti che lo avrebbero incontrato anche lungo strade e sentieri poco frequentati. Nel filmato, girato sulle sponde della diga del Calcione e diffuso sui social da Alessio Sammicheli, si intuisce che probabilmente non si tratta di un canguro ma di un Wallaby, un marsupiale più piccolo originario dell'Oceania centrale e meridionale.

E allora, ci si chiede, come è finito nei boschi della Toscana? Al momento non è dato saperlo con certezza. Persino sul numero ci sono dei dubbi. Sì, perchè il piccolo wallaby non sarebbe stato solo ma in compagnia di un altro esemplare che sarebbe stato già catturato. Così, mentre gli avvistamenti, così come anche le notizie da confermare si susseguono, si cerca di capire come possa essere arrivato in quei boschi. Che sia fuggito da qualcuno che lo deteneva illegalmente? Questa l'ipotesi più plausibile. Nel frattempo, l'avventura del marsupiale australiano sulle montagne dell'Aretino continua. In attesa di un nuovo incredibile incontro.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA