Cane malato terminale, il padrone regala a Wilson il weekend più felice della sua vita

Domenica 14 Luglio 2019 di Remo Sabatini
Wilson, coccolato nel suo ultimo giorno di vita (foto di Stephen Rampersad pubblicata da Fox 35)

Si chiamava Wilson. Era uno splendido cane Pointer tedesco. Wilson è morto. Malato terminale, colpito da una grave forma di tumore allo stomaco, aveva 14 anni. La sua storia, almeno fino a poche ore fa, era quella di molti altri cani amati dalla propria famiglia umana. Coccolato e ricoperto di attenzioni, Wilson era un cane felice. Almeno fino a quando, qualche settimana fa, sarebbe capitato qualcosa che avrebbe cambiato drammaticamente la sua vita e quella della sua famiglia.

I padroni lo abbandonano insieme alla sua poltrona preferita, il cane non si muove per giorni convinto di vederli tornare

La storia del chihuahua Freddie Mercury: malato e abbandonato ora ha trovato casa
 

Della gravissima malattia che lo aveva colpito, Wilson non ha mai saputo nulla. Certo, probabilmente, intelligente e furbo com'era, qualcosa doveva aver intuito e poi, quei dolori e quelle continue visite dal veterinario, certamente lo avevano stupito. Purtroppo, nonostante gli sforzi di tutti, a quella grave forma di tumore diagnosticata, non vi sarebbe stato rimedio. Anzi, presto per Wilson, era stato diagnosticato, sarebbe stata la fine. Così, combattuto dal dolore, il suo padroncino aveva deciso di coccolarlo come non mai e di regalargli il più bel weekend che avesse potuto immaginare.

Stephen Rampersad, il padrone del cane e autore delle immagini che pubblichiamo, era innamorato del suo cane che aveva avuto persino prima di conoscere sua moglie Christen. Ed ora, con due bambini, Jonah e Noah, Wilson aveva continuato a far parte di quella famiglia che adorava. Tutti insieme, abitavano a Pensacola, cittadina della Florida Panhandle a poche miglia dal confine con l'Alabama. Ed ora, con l'inarrestabile malattia che aveva colpito il suo amico a quattro zampe, per Stephen e la sua famiglia, la consapevolezza di quella perdita così imminente, stava cominciando a farsi insostenibile.

Sì, erano perfettamente consci di dover andare in contro all'irreparabile per evitare indicibili sofferenze e forse proprio per questo, avevano voluto regalare un paio di giorni speciali al loro cagnolone che li avrebbe lasciati presto. Il weekend di Wilson era cominciato con un viaggio nella baia dove amavano giocare sulla barca e fare tuffi in mare tutti da ridere. Poi, con l'aiuto dei medicinali per combattere il dolore, Wilson si era goduto la sua famiglia con lunghe gite in auto e visite nei negozi. Il giorno dopo, era persino andato al lavoro con il suo padrone che è un vigile del fuoco. infine, pasti pazzeschi al ristorante della spiaggia a base di hamburger e patatine fritte, bacon e, per finire, uno splendido gelato alla vaniglia, attorniato e coccolato dallo staff dei camerieri. Tutti ingredienti e piatti che, prima di allora, Wilson aveva soltanto desiderato.

Giorni meravigliosi trascorsi insieme ai suoi che, Wilson, avrebbe conservato nel suo cuore per sempre. Così come è stato per la sua famiglia che, oggi, piange la sua scomparsa. Wilson è morto serenamente, poche ore dopo, tra le braccia del suo amato Stephen.    

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze con i figli: ostaggi della trap in auto e pure delle dritte degli youtuber

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma