Abbandonato perché malato, Pollicino lascia il canile: ha trovato una famiglia

Domenica 2 Giugno 2019 di Remo Sabatini
3
Pollicino in braccio alla sua nuova padrona (immagini pubblicate da Canile di Cava De' Tirreni su Facebook)
C'è voluto tutto l'amore dei medici e dei volontari del Canile di Cava De' Tirreni per salvare il piccolo Pollicino. Professionalità e tanto, tanto affetto, hanno donato una nuova vita al cagnolino che, oggi, ha finalmente trovato una nuova casa. La storia di Pollicino era iniziata nell'aprile scorso quando era stato trovato lungo una strada di Sarno, nel salernitano, dopo una segnalazione, dal Servizio Veterinario dell'ASL. Successivamente ricoverato al Canile di Cava De' Tirreni, ci si era resi conto immediatamente del pessimo stato di salute del cane che rischiava di morire. Era il 25 aprile quando, in un comunicato, un  portavoce del canile aveva spiegato il motivo delle terribili deturpazioni fisiche che, il cagnolino, presentava. "Pollicino, spiegavano, è ciò che resta di un chihuahua, risultato positivo alla leishmania, ovviamente mai curata. Si suppone che, con il tempo, la malattia possa averlo ridotto in questo stato anche se, chiariva, il veterinario non esclude la possibilità che possa essere rimasto vittima di ustioni".

Vegliò 2 giorni il padrone morto, il cane Gigio ora ha una nuova famiglia



Il cagnolino infatti, presentava gravi ferite, come quelle, gravissime, nella regione degli occhi, e fratture. La situazione era talmente grave che, successivamente, entrambi gli occhi sarebbero stati addirittura asportati. Già completamente cieco prima dell'intervento, evitare quella asportazione avrebbe potuto significare il diffondersi della terribile infezione.

Nonostante questo, Pollicino non si era perso d'animo. "Ha tanta voglia di vivere, avevano sottolineato dal canile, e fa sentire la sua vocina quando vuole mangiare. Adora le coccole ed è di una dolcezza disarmante". Il comunicato, terminava con un cuore stilizzato. Forse non caso. Perchè ci sarebbe voluto un cuore grande così per salvare quel cagnolino e accompagnarlo fino a ieri quando, ristabilito e riacquistato un aspetto dignitoso, "questo piccolo, adorabile cartoccetto cieco e sgangherato", come amorevolmente definito dai suoi salvatori, aveva fatto battere il cuore a molti. Soltanto una, però, sarebbe stata la sua nuova famiglia. E lasciamo che ce la raccontino i ragazzi del canile.

"Caro il nostro amato Pollicino, è vero, non puoi vederla la tua mamma, per come ti hanno ridotto, ma puoi sentirla, sentire tutto l'amore in quell'abbraccio che ci commuove. Grazie a questa donna meravigliosa per questa adozione del cuore e grazie anche a Pollicino che, oggi, lascia definitivamente il canile, per le grandi emozioni che ci ha donato". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma