Cagnolina ammazzata a badilate a Palermo: l'ira degli animalisti che denunciano l'orco con un video

Mercoledì 11 Settembre 2019 di Remo Sabatini
1
Il cane Ruth, immobilizzato e preso a badilate da un anziano, è morto. (immagine pubbl da La Sicilia e da Salvatore Libero Barone su FB)

Un cane randagio ammazzato a badilate dopo avere attirato con un po' di cibo. Quello che è accaduto a Partinico, cittadina a due passi da Palermo, è qualcosa di così terribile che riesce difficile persino da raccontare. Come sia stato possibile immobilizzare e prendere a badilate con una violenza inaudita, una povera cagnolina, resta un mistero che non cancella la rabbia di animalisti. Tutto era cominciato ieri quando, improvvisamente, la diffusione sul web di terribili immagini, avevano fatto scattare l'allarme.

Lite fra vicini di casa, per ripicca uccide con un colpo di pistola il cagnolino di un'anziana a Vibo Valentia
Cane scuoiato e abbandonato sul ciglio della strada a Castel Volturno: caccia alla banda delle baracche
Cani e gatti avvelenati, strage in Abruzzo: scatta la caccia ai killer

Quelle foto e, soprattutto quel filmato degno di un film dell'orrore, rappresentavano la follia che, evidentemente, doveva essersi impadronita di un anziano che aveva avvicinato e attirato con l'inganno, Ruth, una tenera cagnolina randagia che frequentava da tempo la zona. Conosciuta da tutti, Ruth si era fidata di quell'uomo.

L'uomo, legato il cane a un albero, aveva cominciato a colpirlo con una zappa o un badile sulla schiena, alle zampe, ovunque. Inutili i guaiti disperati. L'uomo, successivamente identificato, non si sarebbe fermato ed anzi, avrebbe tentato anche di darle fuoco con la benzina.

Nel frattempo un vicino ha chiamato le forze dell'ordine. In attesa dei soccorsi, era intervenuto Salvatore Libero Barone, un amante degli animali, che aveva portato immediatamente la cagnolona dal veterinario dove però, nonostante le cure, è morta.

"Non ho la forza di raccontarvi gli eventi nel dettaglio - ha detto sulla sua pagina Facebook - Le foto arrivate sulle varie chat, ha sottolineato, le ha scattate un vicino che ha colto sul fatto quell'uomo. La cattiveria, mista all'ignoranza, porta a ciò che per molti è inimmaginabile. Ruth aveva il "difetto" di scodinzolare e avvicinarsi a chiunque volesse regalargli una carezza, un biscotto, un'attenzione". E poi, "Benedetti gli animali che se la danno a gambe. Lontano dall'uomo, lontano dal mostro". 

Ultimo aggiornamento: 13:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma