Il suo cane ha un tumore, la padrona chiede aiuto sul web

Lunedì 1 Luglio 2019 di Simone Corbetta
Il suo cane ha un tumore, la padrona chiede aiuto e raccoglie oltre 4.400 sterline sul web

Il proprietario di un cagnolino ha lanciato una disperata campagna di fundraising sul web per salvarlo da un tumore al cervello. Barney – questo il nome dell’animale – ha urgentemente bisogno di cure oncologiche che costano migliaia di sterline. Claire Blake, di Bristol, è rimasta sconvolta quando ha ricevuto la notizia che il suo cagnolino di otto anni, un Lhasa Apso, ha un tumore cerebrale aggressivo nelle vicinanze dell’occhio destro. Il 5 giugno le è stato detto che a Barney restavano poco più di due mesi di vita, a meno che non fosse stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed a radioterapia.

A Claire è poi caduta un’altra tegola sulla testa quando si è resa conto di non poter coprire i costi della radioterapia (diecimila sterline) e dell’intervento chirurgico al cervello (seimila sterline). Ha già speso migliaia di sterline in TAC, esami del sangue, biopsie ed ecografie, alcune delle quali molto costose, oltre duemila sterline ciascuna, per scoprire quale fosse la causa della perdita repentina di peso del suo cane.

Non c’erano praticamente più soldi per il trattamento di Barney una volta diagnosticato il cancro. Ora Claire, che ha Barney fin da quando aveva otto settimane, sta disperatamente cercando di raccogliere i fondi necessari attraverso il sito web Go Fund Me. «Siamo disperati, senza questo trattamento morirà potenzialmente in poche settimane. Se riuscirà ad effettuare la radioterapia e l’intervento dovrebbe avere un’aspettativa di vita normale, il che è una notizia fantastica. Poiché è un cane giovane e sano sotto tutti gli altri aspetti, ha ottime aspettative di superare il trattamento».

Questa razza vive di solito fino all’età di sedici anni, dunque Barney avrebbe davanti a se più della metà della sua vita ancora da vivere. Se Claire riuscirà a raccogliere i fondi necessari, Barney riceverà cure presso il Southfields Veterinary Hospital nell'Essex, che è il centro leader nel Regno Unito per la cura del cancro nei cani. L'oncologo di Barney ha riferito a Claire, all'inizio di questa settimana, che per far sopravvivere il cagnolino deve iniziare immediatamente la radioterapia a causa della grande profondità e della dimensione del tumore. Dato che è così grande e vicino all'occhio, non risponde ai protocolli di chemioterapia standard.

Claire ha inoltre riferito che con il suo stipendio ed i suoi risparmi non è in grado di coprire una tale cifra in così poco tempo. «Non mi piace chiedere soldi, ma sedicimila sterline sono molte, soprattutto senza preavviso», ha aggiunto Claire, che possiede altri due cani della stessa razza. I cani sono per lei “incredibilmente preziosi”. «Barney è “molto affettuoso e amorevole” ed è adorato da tutti, in particolare da mia nipote di sette anni e da mio nipote di cinque che non potrebbero immaginare una vita senza di lui».
 

Ultimo aggiornamento: 18:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma