Ponza, balena grigia filmata per la prima volta in Italia: colpa dei cambiamenti climatici?

Ponza, balena grigia filmata per la prima volta in Italia: colpa dei cambiamenti climatici?
di Remo Sabatini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Aprile 2021, 16:09 - Ultimo aggiornamento: 16:14

Le immagini sono assolutamente eccezionali. Documentano per la prima volta una balena grigia che nuota in acque italiane. Il sensazionale filmato, ripreso ieri nel mare di Ponza e pubblicato da Vincenzo Mazzella sui social, ha cancellato i dubbi relativi all'identificazione di una specie di balena pressoché aliena non solo nel Mediterraneo ma anche nell'Atlantico, dove la sua presenza si fa sempre più rara. E allora, come è possibile sia finita a Ponza? Nel filmato, ripreso nella zona del Frontone, si vede la balena che, magra, nuota a pochi metri dalla costa. Un atteggiamento, questo, tipico di una specie che, come spiega la biologa Valentina Braccia, un tempo era molto più diffusa: «Alcune testimonianze storiche, sottolinea la biologa, dimostrano che un tempo, la balena grigia era distribuita anche nel Nord Atlantico. Quella popolazione, però, si sarebbe estinta all'inizio del XVIII secolo».

Il lato oscuro dei pinguini, uno studio ne svela le "perversioni"

I cambiamenti climatici con la conseguente riduzione dei ghiacci dell'Artico, potrebbero rappresentare una delle cause che l'hanno spinta fino a qui? Forse. Di certo c'è un avvistamento di qualche tempo fa avvenuto davanti alle coste del Marocco e un altro, del 2010, in Israele. Anche e soprattutto per questo, le immagini di ieri rappresentano una vera e propria rarità al vaglio di studiosi e istituti di Ricerca come Tethys che sperano di riuscire ad identificare l'esemplare al più presto. Magari mentre nuota ancora sottocosta. «L'avvistamento a due passi dalla costa documentato dal filmato, conclude la Braccia, ricorda un tipico comportamento di questa specie. Secondo alcuni etologi, tale abitudine rappresenterebbe una sorta di legame ancora esistente con la terra ferma». La balena grigia, infatti, presenta caratteristiche evolutive ancestrali che la definiscono come la specie meno evoluta tra i misticeti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA