GENOVA

Il ristoratore salva rarissimo astice giallo: invece che in padella, finisce all'acquario di Genova

Lunedì 21 Settembre 2020 di Remo Sabatini
Il ristoratore salva rarissimo un astice giallo: invece che in padella, finisce all'acquario di Genova

Quello capitato ad un astice è stato un vero colpo di fortuna. Sì perché invece di finire in padella, come chiunque si sarebbe aspettato visto che era già tra le mani di un ristoratore, è volato fino a Genova dove è stato rimesso a mollo. Ma comiciamo dall'inizio. L'astice, era stato pescato nella acque irlandesi del Canale della Manica nel luglio scorso. Giunto in Italia, sarebbe probabilmente finito in chissà quale cucina. Fortunatamente per lui, quell'astice aveva qualcosa di particolare che lo aveva reso immediatamente unico. Era giallo. E un astice giallo, non si era mai visto. Così, grazie alla curiosità di Nunzio Franza, ristoratore e sociologo, che aveva notato quella strana anomalia, dalla padella alla vasca in un acquario, il passo è stato breve.

Una volta documentatosi, infatti, il ristoratore ha preso contatto con l'Acquario di Genova offrendosi di donare quell'esemplare così particolare. Ma c'è di più. Nonostante le diverse richieste pervenute perché quel povero astice venisse cucinato, la richiesta fatta all'acquario in cambio dell'astice giallo è stata quella che prevede una donazione da parte dell'acquario, alla Parrocchia Santa Maria delle Grazie e Santa Croce di Castel San Giorgio, il suo paese di origine campano, a supporto delle attività sociali, per i giovani e le famiglie in difficoltà. Dal canto suo, l'astice giallo "xantocromico" che, nel frattempo si è fregiato anche del nome scientifico (Homarus gammarus) è perfettamente inconsapevole del pericolo scampato ed è visibile in una vasca nell'area del Padiglione Biodiversità dove è a mollo in acqua salata. Fredda e marina, però.

Ultimo aggiornamento: 21:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA