FASE 2

Cani e gatti, via libera agli spostamenti tra Regioni anche per gli animali da compagnia

Lunedì 18 Maggio 2020
Cani e gatti, via libera agli spostamenti tra Regioni anche per gli animali da compagnia

Anche gli animali "ripartono". Via libera agli spostamenti, anche extra-regionali, di animali da compagnia così come alle terapie assistite con animali. Lo ha chiarito il Ministero della salute con la nota del 15 maggio 2020 emanata dalla Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari. Tutte le attività dovranno svolgersi però nel rispetto delle norme di distanziamento sociale. In particolare, sono autorizzati i trasporti degli animali motivati dalla necessità di tutelarne la salute e il benessere nonché quelli connessi alle attività permesse dal Dpcm del 26 aprile 2020, che prevede il graduale ritorno all'attività produttiva.

Italiani bloccati in Messico, via libera al volo con cani e gatti. I padroni: «Non potevamo tornare senza di loro»

Cani annusa Covid in Gran Bretagna: possono individuare il virus prima che compaiano i sintomi

Nel rispetto delle norme sono riaperte anche le adozioni degli animali ed è possibile procedere con la vendita al dettaglio di piccoli animali domestici, pertanto, sono permessi i movimenti connessi a questo tipo di commerci. Rientrano tra le movimentazioni ammesse, anche a livello extra-regionale, quelle idonee a permettere lo svolgimento delle attività di allenamento degli atleti: ad esempio è consentita la movimentazione di equini, consentendo ai proprietari e agli affidatari l'accesso a circoli sportivi e maneggi. Infine, sono consentite le terapie assistite con gli animali, ovvero che ne prevedono l'utilizzo per interventi sul paziente, a supporto delle terapie tradizionali, per la cura delle patologie. Tali terapie resteranno comunque vietate ai soggetti sottoposti a provvedimenti sanitari per Covid-19 e nei casi in cui si utilizzino animali provenienti da nuclei dove sono stati trovati casi sospetti o confermati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani