Sembrano due attori, invece sono gorilla veri e la foto diventa virale

Sabato 20 Aprile 2019 di Remo Sabatini
L'incredibile autosocatto di Mathieu Shamavu del Virunga National Park

L'immagine è straordinaria. Sembra uscita dal set di un film dove, ad un paio di figuranti è toccato indossare il costume da gorilla. In piedi, con lo sguardo fisso sull'obiettivo, sembrano essersi messi in posa per la classica foto di scena. E invece no. Niente maschere e costumi. Quelle scimmie, sono gorilla in carne, ossa e pelliccia.

LEGGI ANCHE Zanne di elefante, sequestro record in Cina: 2.748 pezzi d'avorio, uccisi 1.400 animali

Lui, l'autore dell'autoscatto, è Mathieu Shamavu,  guardia del Virunga National Park, uno degli ultimi habitat dei gorilla nella Repubblica Democratica del Congo. Loro, i due primati, si chiamano Ndeze e Ndakasi. Tutti e tre, sono ripresi allo Senkwekwe Center, il centro che riceve i gorilla in difficoltà a seguito di azioni di bracconaggio.
"Another day at the office" (un altro giorno in ufficio). Questa la didascalia che accompagna l'immagine che, nel giro di poche ore, ha fatto il giro del mondo.

"Stavo semplicemente accompagnando i due gorilla nella foresta, mi racconta Mathieu, e ho pensato di scattare una foto con i nostri due nuovi amici." Il lavoro di Mathieu non è affatto semplice. Proteggere i gorilla dai bracconieri è pericoloso e spesso, come accaduto anche recentemente, può costare la vita.

"Per fare questo lavoro, spiega, ci vuole grande passione e amore per la natura. E' un buon lavoro che diventa molto pericoloso quando si ha a che fare con bande armate. Siamo minacciati da tutte le parti da gruppi armati che occupavano diverse aree confinanti con il parco per motivi strategici, senza contare i bracconieri senza scrupoli. Il nostro lavoro, poi, non si ferma mai e il monitoraggio è continuo".
Sono quasi 600, gli uomini a salvaguardia dei gorilla nell'immensa area. Di questi, 179 sono rimasti vittima di attacchi armati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma